SHARE
wwe rob van dam
Fonte Immagine: @WONF4W (Twitter)

Rob Van Dam ha compiuto 50 anni tondi lo scorso 18 dicembre, è stato un simbolo della ECW, la federazione più estrema di sempre, e tra pochi giorni sarà a tutti gli effetti un membro della Hall of Fame della WWE, la compagnia in cui ha lottato dal 2001 al 2009 e poi in un altro breve stint tra il 2013 e il 2014.

Considerato da molti addetti ai lavori e appassionati tra i migliori wrestler di sempre, Rob Van Dam ha da poco concluso la sua ultima esperienza a IMPACT! Wrestling ed è pronto ad entrare nell’arca della gloria di quella WWE di cui è stato prima rivale e poi uomo di punta, contemporaneamente ECW e WWE Champion dopo aver sconfitto nientemeno che John Cena.

WWE, Rob Van Dam ultimo ingresso nella Hall of Fame 2021

Rob Van Dam commenta il suo ingresso nella WWE Hall of Fame

Il sito eWrestlingNews ha riportato le sue dichiarazioni riguardanti l’ingresso nella Hall of Fame, che avverrà con la Class of 2021 in compagnia dunque di Molly Holly, The Great Khali, Kane e un altro simbolo della concorrenza alla WWE, Eric Bischoff.

“È una sensazione davvero fantastica. Proprio come potete immaginare, sento che tutto il mio duro lavoro è stato riconosciuto e apprezzato. Mi sento molto bene, sono onorato di tutto questo.”

WrestleMania, quali sono i migliori match degli ultimi 5 anni?

Nelle scorse settimane si era parlato di un possibile ritorno di RVD in WWE come wrestler attivo, ma la sensazione è che arrivato a 50 anni il wrestler non abbia voglia di mettersi nuovamente alla prova così frequentemente e che la compagnia del resto poteva non avere grandi piani per lui.

Si era parlato anche di qualche attrito con la WWE, una voce evidentemente infondata dato che la compagnia ha deciso di inserirlo nell’arca della gloria riservata a chi ha scritto la storia.

WrestleMania 37: annunciati 3 nuovi match, cambia un main event

“Sono contento per me stesso e per tutti i miei fan, lo volevano e quindi questa è una vittoria anche per loro. Molti di loro quando lottavo mi definivano un futuro Hall of Famer e io dicevo loro ok, se vi piace pensarlo…per questo sono contento di essere tra i pochi inseriti quest’anno.”

SHARE