SHARE
Big E

La WWE si prepara sempre di più a Wrestlemania 37, l’ennesima edizione del PPV cardine della federazione. Un evento che rappresenta una piccola gemma e che di certo proporrà grande eccellenza all’interno delle due serate. Tra i lottatori impegnati ovviamente anche il WWE Intercontinental Champion Big E, che metterà in palio il suo titolo in un match a stipulazione speciale contro Apollo Crews. Contrataque ha intervistato proprio il campione Intercontinentale di SmackDown nel corso di un evento online dedicato ai giornalisti: si è parlato non solo di questo match in programma ma pure del futuro, della volontà di crescere e di un eventuale incontro con i suoi amici del New Day.

WWE NXT TakeOver: Stand & Deliver report 07/04/2021

WWE, Big E ci parla di Wrestlemania, della sua crescita e dei suoi obiettivi

Ecco, di seguito, tutte le considerazioni di Big E durante la chiacchierata.

“Il cambio di gimmick di Apollo Crews può renderlo materiale da titolo? Penso che se guardiamo alla sua presentazione adesso rispetto a 4-5 mesi fa sembra chiaro stiano investendo su di lui come un giocatore più grande. Questa per me è la prima volta in un feud singolo per Wrestlemania. Il ragazzo è molto talentuoso ma non ha mai avuto un’opportunità del genere. Adesso sembra uno che può giocare con più grandi. Voglio affrontare persone con talento, ho molto rispetto per lui come lottatore.

I fan di ritorno a Wrestlemania? Il ruolo del pubblico è fondamentale. Finora siamo stati con il Thunderdome che è stato molto importante ma non la stessa cosa. Se guardiamo a tutti i match più grandi nella storia, tutti lo sono stati grazie alle reazioni del pubblico. Pensate a un match di Goldberg, oppure allo Yes Movement di Daniel Bryan, o anche alle reazioni dedicate a Kofi Kingston. Onestamente è eccitante che siano tornati dopo un anno, peraltro nella mia città. E’ qualcosa di cui vado estremamente fiero.

Il wrestling è tutta questione di coinvolgere il pubblico, generare una reazione. Ci sono ragazzi bravissimi sul ring ma che non sanno generare una reazione, altri meno bravi ma più capaci in tal senso. Ovviamente sono eccitati ci siano le persone.

La qualità più importante che ho migliorato in questi anni? Facilmente risponderei il fatto di essere un performer più confidente nei miei mezzi. A volte ho una sensazione un po’ cringe quando rivedo alcune di cose di me agli inizi. Che si trattasse di promo o di come presentavo me stesso, questo forte e grosso ragazzone alla Mark Henry o alla Brock Lesnar ma peggio! E’ importante camminare alla propria maniera e costruire la capacità d carisma, di promo, di far ridere il pubblico. Lavorare nel New Day mi ha aiutato molto a essere più tranquillo pure nel fare lo sciocco o manifestare altre emozioni. Non volevo solo essere il ragazzo duro dello spogliatoio, ora penso di essere migliorato e anche i fan se ne sono accorto. E ora voglio vincere titoli, stabilire una legacy – come Big E – di cui essere fiero.

Big E

WWE, Ozzy Osbourne parla della sua introduzione nella Hall of Fame

Brodie Lee? Era uno dei miei migliori amici, è difficile digerire che sia altrove ora. La mia carriera? Niente è garantito: ho tempo di dimostrare quello che posso e una piattaforma che mi consente di farlo. Razzismo? Dobbiamo educare i nostri figli, specie dopo quanto avvenuto a George Floyd, una cosa terribile.

Le motivazioni di Apollo? Sono di colore ma non sono un americano di origini nigeriane, quindi non sono in grado di dirgli come rappresentare al meglio la sua gente e come dovrebbe farlo. Spero che il ragazzo sappia dimostrare e che non finisca fuori dalla tv, abbiamo bisogno di gente che sappia farsi notare. Penso onestamente che SmackDown abbia un ottimo roster e molti dei ragazzi non hanno mai toccato un titolo Mondiale.

Non dirò di certo che sono un futuro Hall of Famer ma se mai venissimo indotti con il New Day credo che dovrebbero introdurci gli Usos. Con loro abbiamo avuto una lunga storia di match, ci siamo divertiti e c’è stata anche una battaglia rap, Daniel Bryan nel backstage mi disse che avremmo potuto andare avanti per un’ora intera solo con quello e sarebbe rimasto a guardare tutto il tempo. Ad ogni modo ho grande rispetto per quei ragazzi e anche loro meriterebbero l’introduzione.

Il più grande consiglio ricevuto? Curt Hawkings e Michael Tarver mi hanno dato molti consigli e speso molto tempo per aiutarmi. Ringrazio molto anche Joey Mercury, mi ha dato tanti consigli e l’ho apprezzato tanto. Sono stati tutti importanti per me, non posso sceglierne solo uno.

Sheamus? I match con lui sono stati molto fisici, lui lavora molto in tal senso. Ha quasi come una capacità di rigenerarsi durante gli incontri. Il Falls Count Anywhere che abbiamo lottato è stato molto fisico, utilizzando anche macchine e altri oggetti. Il ragazzo ci dà dentro e se tu non lo fai, le prenderai!
Sami Zayn? E’ incredibilmente divertente e intrattenente, in qualsiasi cosa faccia o dica. Sono così selvaggiamente intrattenuto dal suo fare nonsense. E’ bello che si cerchi di fare qualcosa per il personaggio e non solo in ring. Anche loro sono meritevoli della Hall of Fame in futuro.

Cosa aspettarmi dal match contro Apollo? E’ un match inedito, non so di che cosa si tratti! Ho provato a cercare anche su Google…Non ne ho mai sentito parlare, probabilmente lo scoprirò in area. Ma sicuramente ci saranno brutalità, fisico, sofferenza! Non sangue…ma sarà un match fisico!

Un match contro un altro membro del New Day a Wrestlemania? Bel tentativo…Non accadrà mai! Dobbiamo stare attenti a chi propone queste cose! Non voglio combattere i miei fratelli! Cosa fareste se vi chiedessi di scegliere un match tra vostro padre e vostra madre? La famiglia non si tocca! Ci sono tanti lottatori da affrontare a Raw, SmackDown, NXT e 205Live e voi volete farmi picchiare i miei fratelli? Non accadrà mai”.

Big E

WWE Hall of Fame, aggiunti nuovi nomi anche nella Legacy Wing

SHARE