SHARE
Khabib Nurmagomedov
FOTO - Twitter Khabib Nurmagomedov

Khabib Nurmagomedov si è appena ufficilamente ritirato dal mondo delle MMA e di conseguenza dalla UFC. Nonostante questo, ovviamente e giustamente viene ancora oggi considerato come uno dei fighter più pericolosi al mondo, con la speranza magari che possa tornare a combattere. Intervenuto nel podcast del commentatore Joe Rogan, un altro grande e straordinario campione come Georges St-Pierre ha parlato del loro eventuale dream match e del fatto che Nurmagomedov rappresenti un ostacolo temuto e rispettato per i suoi avversari.

WWE, Becky Lynch e Ronda Rousey pronte a tornare?

UFC, Georges St-Pierre spiega perché Khabib era il fighter più temuto

Dalle parole di GSP traspare una stima sincera per il daghestano. “Per me Khabib è uno dei lottatori più temuti di sempre. Non solo riesce ad avere la meglio su di te ma ti distrugge anche mentalmente. Questa cosa è anche peggiore del subire danni fisici. Lui, a mio parere, è l’atleta Pound for Pound più temuto al mondo. Sarebbe stato bello poterlo affrontare ma ora siamo entrambi ritirati. Volevo affrontare Khabib Nurmagomedov perché a volte, per un fighter, la cosa che lo spaventa di più rappresenta la stessa che gli trasmette maggiori emozioni. Io ho quasi 40 anni e odio ammetterlo, ho il rifiuto di accettarlo, però penso che i miei migliori anni siano ormai trascorsi”, queste le considerazioni di St-Pierre.

WWE, Wrestlemania 37: la card definitiva delle due serate

L’ex fighter UFC – che di recente è tornato anche al suo piccolo ruolo d’azione nella serie Marvel “The Falcon and The Winter Soldier” – sembra dunque aver messo l’anima in pace per quanto concerne non solo un incontro con Khabib ma pure un eventuale rientro nell’ottagono. Di certo, però, un match tra due fuoriclasse come loro sarebbe stato senz’altro meraviglioso per ogni appassionato.

WWE, Big E ci parla di Wrestlemania, della sua crescita e dei suoi obiettivi

SHARE