SHARE
AEW Chris Jericho
Fonte Immagine: @digitalspy (Twitter)

Come sappiamo, per mesi interi AEW e NXT sono stati posizionati nella stessa sera per cercare dunque di produrre una guerra di ascolti. Una battaglia che sembra aver premiato la AEW. La federazione di Tony Khan non solo ha avuto ascolti migliori quasi sempre rispetto ai rivali ma lo stesso show di NXT è stato ora anticipato di un giorno per non produrre più concorrenza. In un’intervista concessa a Busted Open Radio e al suo collega Bully Ray, il noto volto ex WWE Chris Jericho ha parlato di come venisse percepito questo particolare confronto e di altri temi.

AEW DYNAMITE REPORT 14/04/2021: NO QUARTER BRAWL

AEW, Chris Jericho parla del confronto di ascolti con NXT

Per iniziare, Jericho ha ricordato quella che per anni è stata la sua federazione: “Lavorare in WWE è stato fantastico e loro sono una grande compagnia, un colosso che vale miliardi. Lì c’è più pressione, chiunque tu sia puoi trovarti ad aspettare anche un’ora o due che Vince ti risponda per un cambio di copione, in AEW tutto è più semplice”.

Jericho ha poi parlato di NXT: “Non abbiamo festeggiato o cose simili per il cambio di programmazione. Questa ‘guerra’ è stata decisa mesi fa dalla WWE e dal suo modo di fare, noi abbiamo sempre prodotto il nostro show ma sono sicuro che anche loro prestavano molta attenzione a ciò che facevamo. E si sono spostati a causa della NHL ma resta il fatto che li abbiamo battuti nettamente e che per loro spostarsi è un’ottima mossa. Noi continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto, cioè cercare di mettere in piedi il migliore show possibile”.

WWE, WRESTLEMANIA 37: RUMORS SUI PIANI PER LO UNITED STATES CHAMPIONSHIP

Infine, Y2J ha continuato a parlare della sua nuova compagnia di wrestling. “Bisogna sempre soddisfare le esigenze della gente. Sono sempre pronto ad aiutare gli altri con promo e non solo. Penso a Kenny Omega che ha 20 anni di esperienza, a Don Callis e Luther che ne hanno 30, oppure a Dustin Rhodes. Abbiamo gente con esperienza che può aiutare i più giovani. In AEW ci sono tutti gli stili, non è un posto in cui alleniamo autonomamente il nostro modo di lottare. Ci sono wrestler che arrivano da ogni parte del mondo e il loro bagaglio tecnico è importante per diversificare lo show” – ha concluso.

WWE, KURT ANGLE PARLA DEL SECONDO STINT DI GOLDBERG IN FEDERAZIONE

SHARE