SHARE
wwe samoa joe
Fonte Immagine: @GoodOl_JM (Twitter)

Samoa Joe è sicuramente il nome più “pesante” tra i 10 che sono stati allontanati dalla WWE nella giornata di ieri nel classico “giro di licenziamenti” post-WrestleMania. Con tutto il rispetto per Mojo Rawley, le IIconics e le altre superstar, parliamo di un due volte NXT Champion e due volte United States Champion. Senza scordare l’illustre passato in TNA di cui è stato uomo di punta nel periodo migliore.

WWE-Samoa Joe, retroscena sul divorzio

A distanza di 24 ore dal suo allontanamento dalla compagnia emergono alcuni retroscena interessanti che sembrano motivare la scelta di entrambe le parti coinvolte nel divorzio: la WWE non avrebbe infatti ritenuto Samoa Joe completamente guarito dal trauma cranico che lo teneva fermo da più di un anno, mentre il wrestler voleva tornare a tutti i costi sul ring.

Billie Kay saluta la WWE con un toccante messaggio sui social

L’indiscrezione riportata da Fightful Select poggia su solide fondamenta. Da diversi anni ormai la WWE prende molto sul serio gli infortuni che riguardano i traumi cranici, motivo per cui per esempio sono stati fermati in passato Daniel Bryan e Christian.

Vero è che entrambi dopo diversi anni sono tornati in azione – Bryan ha appena disputato il main event di WrestleMania 37, Christian ha da poco debuttato in AEW dopo essere tornato a sorpresa alla Royal Rumble – però è importante sottolineare che lo hanno fatto dopo un lunghissimo periodo di tempo e numerosi esami tesi a escludere qualsiasi rischio.

WWE, Aleister Black vicino al ritorno in ring

La WWE non si sentiva sicura al 100% su Samoa Joe, e nel dubbio ha respinto la sua richiesta di tornare in azione. Il wrestler nell’ultimo anno si era disimpegnato al tavolo di commento, ma a 42 anni riteneva fosse il momento di tornare in azione e probabilmente potrà farlo da un’altra parte. Da qui il divorzio.

SHARE