SHARE
Randy Orton Riddle
Fonte Immagine: @JEFFxDRIZZY (Twitter)

Nel grigiore di un Monday Night RAW che continua a non decollare anche dopo WrestleMania, portandosi avanti certi problemi strutturali ormai da mesi, un piccolo raggio di luce potrebbe essere rappresentato dagli RKBRO, il nuovo tag team nato nel corso dell’ultima puntata che ha inaspettatamente unito Randy Orton e Riddle.

Secondo quanto riportato dal noto sito specializzato talkSPORT, l’idea sarebbe nata dal desiderio di Orton di mettersi alla prova con una nuova storyline dopo i mesi spesi a confrontarsi con The Fiend nel feud che è culminato a WrestleMania 37 e che lo ha visto vincitore grazie all’aiuto inaspettato di Alexa Bliss.

WWE, Ryback esprime opinioni controverse su vaccino e mascherine

Da qui l’idea di iniziare una storyline con Riddle, che inizialmente secondo i piani della WWE avrebbe dovuto continuare il feud con Sheamus dopo aver perso lo United States Championship proprio con l’irlandese nel Grandest Stage of Them All. Una sconfitta accettabile e arrivata al termine di un grande match, ma da cui comunque il King of Bros era uscito ridimensionato.

Randy Orton voleva lavorare con Riddle: ecco gli RKBRO

Più del titolo perso, infatti, a pesare sullo status di Riddle sono stati i mesi precedenti: lo United States Championship vinto quasi per caso in seguito all’infortunio di Keith Lee, la sensazione di non essere mai preso seriamente in considerazione e le batoste rimediate con Sheamus e Bobby Lashley lo avevano confinato nel midcard da cui sembrava sarebbe difficilmente riemerso.

WWE, Kurt Angle stravede per Chad Gable: le sue parole

Invece, la settimana scorsa, la storia è cambiata: infastidito dalla sua presenza, Randy Orton ha sfidato Riddle in un match che però lo ha visto inaspettatamente sconfitto, beffato da un Inside Cradle. A quel punto ci saremmo potuti aspettare la furia dell’Apex Predator, che invece nell’ultima puntata ha accettato di dare vita ai cosiddetti RKBRO.

Il match vinto contro Shelton Benjamin e Cedric Alexander, in caduta libera dopo la discussa fuoriuscita dall’Hurt Business, ha raccontato comunque una storia molto interessante e ha visto Orton sempre poco convinto ma infine disposto a collaborare con il pittoresco collega, che lo ha convinto a dargli il tag nel momento decisivo e poi lo ha abbracciato a fine match, fatto per cui è stato immediatamente redarguito da The Viper.

IMPACT, annunciati tre ex atleti della WWE per Slammiversary

Comunque una storyline interessante e che permette tanto a Orton quanto a Riddle di cambiare scenario: difficile dire se la storia degli RKBRO andrà avanti a lungo o se sarà soltanto un espediente per mettere contro i due wrestler, certo è che The Apex Predator probabilmente è il trampolino ideale per lanciare ad alto livello la carriera del King of Bros.

SHARE