SHARE
wwe smackdown jey uso
Fonte Immagine: @089968Raph__ (Twitter)

In WWE dal 2010, quasi immediatamente promosso nel main roster insieme al fratello Jimmy con cui ha conquistato per ben 6 volte i titoli di coppia, Jey Uso ha dimostrato nell’ultimo anno di essere un wrestler più che valido anche in singolo sorprendendo pubblico e addetti ai lavori.

Jey Uso dall’altare alla polvere

L’occasione per lui è arrivata quando, in seguito all’infortunio di Jimmy, è stato lanciato come primo sfidante per lo Universal Championship detenuto dal cugino Roman Reigns. Questi aveva da poco turnato heel e aveva cominciato ad avere atteggiamenti sempre più arroganti fino a definirsi il leader incontrastato, l’Head of the Table, della famiglia.

Un comportamento che Jey Uso inizialmente non ha accettato, finendo per farlo soltanto da stipulazione dopo la seconda opportunità titolata sfumata, a Hell in a Cell del 25 ottobre 2020. Da quel momento, riconosciuta seppur a malincuore la superiorità di Roman, Jey ne è diventato il fido braccio destro aiutandolo in più occasioni a mantenere il titolo contro i vari avversari che si sono parati sul cammino del Tribal Chief.

WWE, Daniel Bryan rivela che William Regal gli vietò di usare una finisher

Peccato che a una notevole crescita del wrestler 35enne come singolo, avvenuta dentro e fuori dal ring, non si siano accompagnati risultati degni di nota: Jey Uso ha conquistato sorprendentemente la vittoria nell’André The Giant Battle Royal andata in scena nello SmackDown pre-WrestleMania, ma per il resto ha collezionato soltanto sconfitte.

Una serie infinita di sconfitte e figuracce

Più precisamente, da quando ha turnato heel Jey ha lottato 18 match: vinti i primi due contro Daniel Bryan e Kevin Owens, già detto della rissa in memoria di André The Giant, per il resto sono arrivate 15 sconfitte, con l’ultimo match in singolo vinto risalente addirittura allo scorso 6 novembre. Ben 6 mesi fa.

WWE-AEW, nuovo incrocio: Seth Rollins ironizza via social con gli Young Bucks

Un peccato, anche perché come dimostrato sia contro Daniel Bryan che contro Cesaro, Jey ha dimostrato di saper stare sul ring anche con i migliori e di essere capace di dire la sua, senza considerare quanto i suoi interventi sono stati a volte determinanti per proteggere il cugino. Eppure la WWE continua a dipingerlo come un eterno perdente, e la sensazione è che alla lunga questo non possa fargli bene.

Anche nell’ultimo show il figlio del WWE Hall of Famer Rikishi – lui e Jimmy sono gemelli – è stato letteralmente strapazzato da Cesaro mentre Bryan provocava Roman Reigns invitandolo a farsi avanti per salvare il cugino. Invito ovviamente caduto nel vuoto.

WWE, Vince McMahon sarebbe entusiasta di Adam Pearce

È sensazione diffusa che il creative team debba cambiare direzione nel booking di Jey Uso, perché a lungo andare quella che era una storyline molto interessante – la faida con Roman è stata eccellente contro ogni aspettativa – rischia di seppellire un wrestler di talento che ha dimostrato di poter dare molto di più.

Vedremo se qualcosa cambierà a partire dalla prossima puntata di SmackDown. Ma a essere onesti, conoscendo la WWE e la sua idea di heel, soprattutto se in un ruolo di braccio destro come in questo caso, siamo abbastanza pessimisti.

SHARE