SHARE
Verratti
FOTO - Twitter @MarcoVerratti1

Il PSG è atteso da un finale di stagione che si preannuncia straordinariamente e inaspettatamente combattuto, e proprio per questo motivo Pochettino sperava di poter contare su tutti gli elementi più importanti della propria rosa. Negli scorsi giorni, tuttavia, durante una sessione di allenamento, Marco Verratti è stato costretto a fermarsi per un dolore al ginocchio che gli ha impedito di concludere la seduta con i suoi compagni di squadra.

Un infortunio che sin dal principio non ha fatto dormire sogni tranquilli né a Pochettino, che rischiava di perdere il suo centrocampista di maggior talento, né a Mancini, dato che un infortunio serio al ginocchio avrebbe quasi sicuramente messo in forse la sua partecipazione all’Europeo. Nella giornata di lunedì, quindi, sono arrivati i primi esami strumentali, che hanno confermato le preoccupazioni dei due tecnici: l’ex talento del Pescara ha infatti rimediato una lesione del legamento collaterale del ginocchio destro.

WWE RAW, che fine hanno fatto Mace & T-Bar?

Infortunio Verratti | quando rientra | tempi di recupero

Un infortunio grave ma non gravissimo, che, però, mette ufficialmente termine alla stagione di Verratti: i tempi di recupero, infatti, sono stati stimati in 4 settimane, che potrebbero anche diventare 6 se il decorso non fosse particolarmente favorevole. Considerato che la prima gara dei nerazzurri si giocherà l’11 giugno allo Stadio Olimpico, il centrocampista del PSG dovrebbe sperare in un recupero lampo, altrimenti si vedrebbe costretto a saltare, per la seconda volta consecutiva, un campionato europeo: nel 2016, infatti, una pubalgia lo costrinse a rimanere a casa.

Una perdita gravissima, quella subita da Pochettino, che rischia di complicare ulteriormente l’altalenante e complessivamente deludente stagione del PSG, che non è riuscito a concretizzare il talento dei suoi fuoriclasse. Colpa sicuramente dei frequenti infortuni che ne hanno falcidiato la rosa, limitando le scelte di Pochettino, ma, allo stesso modo, la colpa è meno evidente e molto più difficile da eliminare: a mancare, in questa stagione, è stata infatti la mentalità da squadra vincente. Una mancanza che è emersa in particolare in Champions League, dove il Manchester City di Guardiola ha dato una lezione di calcio a Mbappé, Neymar e Di Maria

RAW, Shelton Benjamin torna al successo dopo quasi 15 anni