SHARE
Anderson Silva

Anderson Silva è indubbiamente uno dei lottatori più incredibili che si siano mai visti in un ottagono. Il brasiliano è stato tra gli atleti più dominanti della UFC, mettendo letteralmente a soqquadro la divisione dei pesi medi nel corso della sua carriera. In una recente intervista rilasciata a ESPN MMA, lo stesso fighter brasiliano ha dichiarato di aver completamente chiuso il suo rapporto con le arti marziali miste dal punto di vista lottato. Al contempo, Anderson Silva ha cercato anche di spiegare cosa voglia ottenere dal suo futuro.

La WWE imbarazzata dalle visioni radicali dell’arbitro Drake Wuertz

UFC, Anderson Silva conferma il suo ritiro dalle MMA

“Credo di aver ormai terminato il mio viaggio nelle MMA, penso che la mia carriera sia finita qui” ha spiegato. “Questo perché è dura continuare ad allenarsi mantenendo un alto livello. Spesso ci si fa male, gli infortuni sono praticamente all’ordine del giorno. Ora sinceramente sto solo cercando di divertirmi, non devo dimostrare più nulla a nessuno. Voglio solo godermi ogni momento di quando combatterò in altri sport, nient’altro che questo. Ho chiuso con le MMA ma sono aperto a combattere in altre discipline singole? Sì, dire questo è corretto”.

WWE, Apollo Crews è la dimostrazione di come sia meglio essere heel

Possibile dunque che Anderson Silva possa competere nel prossimo futuro nella boxe, nella kick-boxing o in altre discipline simili. L’ex campione UFC ha combattuto il suo ultimo incontro nell’ottobre del 2020, venendo sconfitto da Uriah Hall. Precedentemente aveva perso di fila già contro Jared Cannonier e Israel Adesanya. In generale, dopo la sconfitta sorprendente contro Chris Weidman la carriera di Anderson Silva aveva preso una curva discendente, per via di un grave infortunio e di una positività al doping, oltre che di un età non più adatta alle MMA.

WWE WrestleMania Backlash: data, orario e come vederlo in streaming

SHARE