SHARE
Paul Felder

Paul Felder è uno dei fighter più rispettati e temuti in UFC. O meglio, lo era. Questo perché l’irlandese ha ufficialmente annunciato il suo ritiro dalle competizioni MMA. L’uomo infatti, durante il commento dell’ultimo UFC Fight Night (Vegas 27) ha infatti annunciato ufficialmente che non combatterà più all’interno dell’ottagono. Felder proseguirà ovviamente con il suo lavoro da commentatore sempre per la UFC.

AEW, emergono nuovi dettagli sull’accordo con WarnerMedia

UFC, Paul Felder annuncia ufficialmente il suo ritiro

“Da quando ho affrontato Dan Hooker in Nuova Zelanda a febbraio poi mi è tornato un po’ il fuoco dentro quando ho dovuto affrontare Rafael Dos Anjos con 5 giorni di preavviso. Pensavo mi fosse tornata la voglia ma da quel momento ho trascorso gran parte dei miei giorni a nuotare, pedalare e correre. Mi sono goduti i momenti con la mia famiglia e il mio nuovo lavoro da commentatore. Sento di essere arrivato a quel punto in cui non sento più il desiderio ardente di combattere per tanti altri anni per vincere un titolo. E ho sempre affermato che se non avessi vinto il titolo entro l’ultimo anno mi sarei ritirato per stare vicino alla famiglia e ai miei amici, anche per salvarmi. Ho 37 anni, mi sento in forma, amo la UFC con tutto il mio cuore per ogni cosa che mi ha dato, per tutte le chance che ho avuto di lavorare e sedermi qui, vicino a questa scrivania, una cosa che ho sempre voluto fare e che continuerò a fare. Mi ritiro ufficialmente dallo sport delle MMA e dalla UFC.

Sono arrivato a essere il numero 6 al mondo, sono stato anche vicino a combattere per la cintura, ho affrontato alcuni dei tipi più tosti di questa divisione e voglio ringraziare davvero tutti i miei avversari. E voglio anche chiedere scusa a tutti i ragazzi che sono dietro di me, i giovani che non vedono l’ora di combattere. Mi tiro ufficialmente indietro perché non è giusto bloccare la divisione, anzi vorrei che più persone seguissero il mio esempio. Questo è ciò che sento ora. Voglio un gran bene ai miei fan, ai produttori, ai miei colleghi, alla UFC e Dana White. Amo quest’azienda e tutto quello che mi ha dato, la vita che mi ha garantito. Grazie mille” ha affermato Felder.

AEW Double or Nothing 2021, la card dell’evento

L’omaggio di Bisping a Paul Felder

Alla fine del toccante discorso, anche il collega commentatore Michael Bisping ha affermato: “Devi essere orgoglioso della tua carriera anche se non sei diventato campione, sei stato numero 6 al mondo nello sport più tosto del mondo, complimenti per la tua fantastica carriera”.

UFC Fight Night: Font vs Garbrandt, i risultati dell’evento

SHARE