Home MMA UFC 263, Marvin Vettori si esprime dopo la sconfitta titolata

UFC 263, Marvin Vettori si esprime dopo la sconfitta titolata

Marvin Vettori
FOTO - UFC

Intervistato da BT Sports dopo la sua sconfitta contro Israel Adesanya, Marvin Vettori è parso molto deluso qualche ora dopo l’incontro e ha provato ad analizzare cosa non abbia funzionato. Il fighter italiano, peraltro, ha parlato ovviamente anche del suo avversario e ancora campione in carica.

UFC 263, tutti i risultati dell’evento

UFC 263, Marvin Vettori si esprime dopo la sconfitta titolata

“Penso di aver lavorato bene su alcune cose. Negli scambi di boxe sono migliorato molto e spesso sono andato a segno. Ciò che ha deciso il match sono stati sostanzialmente i leg kicks, almeno credo. Penso anche che 50-45 non sia assolutamente un verdetto giusto ma oramai è andata com’è andata. Ho soltanto 27 anni e posso ancora migliorare” ha spiegato Vettori.

L’italiano ha poi parlato di Adesanya, spiegando come si tratti di un avversario molto scivoloso nelle prese di grappling e di wrestling, avvalorando il suo modo di muoversi bene a terra. “Magari non è così bravo a livello offensivo ma sa difendersi veramente bene”, afferma.

UFC 263, le parole di Israel Adesanya dopo il match con Vettori

Vettori ha spiegato anche di ritenere di avere le armi per battere Adesanya ma di essere deluso per non esserci riuscito. L’italiano ha cercato di fare anche autocritica ammettendo di non aver fatto abbastanza per portare a casa il titolo.

Successivamente ha commentato le parole con Adesanya post incontro: “Subito dopo il match pensavo di aver vinto, lui mi ha detto che non era così ma mi ha anche detto che, pur non piacendoci, potevamo rispettarci. In effetti, alla fine, abbiamo condiviso l’ottagono per un totale di 8 round e praticamente 40 minuti. Perciò, a conti fatti, si è guadagnato il mio rispetto”, questa la conclusione del fighter italiano. Adesso per Marvin Vettori il prossimo match, qualunque esso sia, potrebbe risultare decisivo.

AEW, Kenny Omega sta lottando contro numerosi infortuni

Previous articleAEW, Mark Henry vuole Braun Strowman nella compagnia
Next articleUFC 263, Dana White su Adesanya, il futuro di Maia e altro
Giornalista pubblicista, studente di Scienze Motorie. Calcio, tennis, wrestling. La scrittura come passione, lavoro e veicolo emotivo. Su Contra-Ataque perché proporre qualcosa di differente, al giorno d'oggi, è fondamentale.