SHARE
WWE Damian Priest
Fonte Immagine: @WrestlingNewsCo (Twitter)

Damian Priest ha vissuto il primo quadrimestre del 2021 a mille all’ora: ritrovatosi improvvisamente catapultato nel main roster da NXT, il 39enne wrestler portoricano ha destato ottima impressione nella Royal Rumble per poi diventare subito dopo uno dei protagonisti di una delle storyline più importanti nella Road to WrestleMania 37.

WWE: chi interromperà il regno di Roman Reigns?

WWE, Damian Priest è tornato: ma perché è stato assente?

Alleatosi con Bad Bunny, ha prima difeso il connazionale dall’assalto di The Miz e John Morrison e quindi lo ha aiutato a sconfiggere gli ex campioni di coppia in un tag team match andato in scena nel Grandest Stage of Them All. Un match in cui Bunny, un rapper nella vita di tutti i giorni, ha mostrato insospettabili qualità sul ring, sviluppate in poche settimane anche grazie al lavoro costante di Damian Priest.

Regolati i conti con The Miz a WrestleMania Backlash in un contestatissimo quanto chiacchieratissimo “Zombie Lumberjack Match”, ha sconfitto John Morrison il giorno successivo a RAW per poi sparire improvvisamente nel nulla. Fino a ieri sera, quando è ricomparso a RAW dopo quasi sei settimane di assenza.

WWE, Samoa Joe si prepara per il ritorno sul ring

Damian Priest ha preso parte alla Battle Royal che assegnava un posto al Money in the Bank Ladder match, eliminando numerosi avversari e cedendo soltanto nel finale allo scatenato Riddle, che lottava per rappresentare il compagno negli RKBRO Randy Orton.

L’apparizione di ieri potrebbe comunque significare che The Archer of Infamy abbia finalmente smaltito il vociferato infortunio alla schiena che lo avrebbe tenuto fermo ma di cui né la WWE né il wrestler hanno dato conferma.

WWE, Randy Orton rende omaggio ai Bollywood Boyz

Ipotesi che sembra comunque più plausibile di una pausa forzata per mancanza di idee da parte del booking team, mentre qualcuno aveva parlato di non meglio specificate “questioni personali” che avrebbero impegnato Priest in queste settimane.

Una cosa è certa: se il creative team WWE aveva idee e grandi piani per il wrestler portoricano non sarà stato certo un mese abbondante di stop a frenare tutto, per cui è lecito attendersi per lui grandi cose nel prossimo futuro.

SHARE