SHARE
WWE Jimmy Uso
Fonte Immagine: @KlNGJamesSZN (Twitter)

La Road to WrestleMania è, tradizionalmente, quel periodo dell’anno in cui la WWE si concentra a costruire le storyline in vista del più importante appuntamento, WrestleMania appunto. Inizia di solito con la Royal Rumble e dura tre mesi, ma alcune rivalità partono da molto più lontano.

Tra queste, una che in vista di WrestleMania 38 potrebbe essere già cominciata riguarderebbe l’intera famiglia samoana composta dal Tribal Chief Roman Reigns e dai cugini Jey e Jimmy Uso. E sarebbe proprio per questo motivo che la WWE avrebbe deciso di non punire quest’ultimo dopo il recente arresto per guida in stato di ebrezza.

WWE, Dolph Ziggler accusa: il suo merchandising non è in vendita

Ecco perché la WWE non avrebbe punito Jimmy Uso

Una supposizione di Dave Meltzer, noto insider del Wrestling Observer, che troverebbe comunque riscontro nel comportamento anomalo della compagnia. In passato, infatti, chi ha infranto determinate regole di comportamento professionale o morale è stato duramente punito, ma non è quanto accaduto recentemente con Jimmy Uso.

Il wrestler samoano ha trascorso una notte nel carcere di Pensacola, Florida, dopo essere stato arrestato mentre alla guida della sua auto sfrecciava per le strade della città dopo aver superato un semaforo rosso. Ha anche opposto resistenza all’arresto, almeno inizialmente.

WWE SmackDown, due grandi match per il ritorno del pubblico

Si tratta della terza infrazione in due anni e denota quindi una condotta irresponsabile, pericolosa per se stesso e per gli altri. Tuttavia nella successiva puntata di SmackDown Jimmy Uso è apparso regolarmente al fianco del fratello e del cugino. L’unica spiegazione plausibile è che la trama che lo coinvolge sia troppo importante per poter essere messa in pausa.

Sempre secondo Meltzer, la costruzione della storyline dovrebbe portare a un match a WrestleMania 38 tra Roman Reigns e The Rock: in palio, oltre allo Universal Championship attualmente in possesso dell’Head of the Table, anche la leadership sulla famiglia di wrestler samoani.

WWE, aggiornamento sullo status di Daniel Bryan

Soltanto il tempo ci dirà se questa supposizione corrisponde a verità, ma certo è che se fosse vero questo significherebbe che le rigide regole a cui la WWE sottopone i suoi atleti possono essere ignorate se questo è “migliore per il business”.

SHARE