SHARE
WWE Triple H NXT
Fonte Immagine: @cagesideseats (Twitter)

Il wrestling business è un campo dove la lotta può essere senza esclusione di colpi e in cui nessuno può mai essere certo di cosa succederà domani. Qualcosa che Triple H, 52 anni compiuti lo scorso 27 luglio di cui oltre la metà vissuti nell’ambiente, conosce molto bene.

Per questo The Game, genero del proprietario della WWE Vince McMahon e 14 volte campione del mondo, non dovrebbe essere stupito di quanto sta accadendo al momento all’interno della compagnia se l’ipotesi avanzata in questi ultimi giorni da Dave Meltzer del Wrestling Observer dovesse rivelarsi realtà.

WWE, Keith Lee spiega i motivi della sua lunga assenza

WWE nel caos, Triple H paga colpe non sue a NXT?

Secondo il noto insider americano Triple H sarebbe al centro di una vera e propria lotta di potere interna alla WWE, dove avrebbe perso potere in seguito alla sconfitta di NXT nella guerra degli ascolti del mercoledì sera con la neonata All Elite Wrestling. Una batosta per certi versi annunciata e dove non mancano giustificazioni, utilizzata tuttavia dai suoi avversari per screditarlo agli occhi dei vertici aziendali.

Le giustificazioni, dicevamo: la AEW si presentava alla sfida – mai definita tale dalle parti ma assolutamente reale di fatto – con Dynamite, il suo main show, ricco di atleti di altissimo livello che seppur in gran parte privi di appeal sul grande pubblico potevano contare sull’indiscutibile vantaggio di presentare uno spettacolo nuovo e tutto da scoprire.

WWE, cambio di personaggio in vista per Elias

Tutto il contrario di NXT, che negli anni ha perso appeal principalmente per due ragioni: il fatto di rappresentare sempre e comunque la “terza scelta” in WWE, palesemente inferiore a RAW e SmackDown, e la pessima gestione dei grandi talenti espressi una volta che questi sono stati promossi nel main roster.

“Qualcuno rema contro The Game”

Qualcosa che si verifica ancora oggi, tanto che anche i recenti risultati discutibili di Karrion Kross, NXT Champion piombato a RAW quasi senza senso e sconfitto da wrestler tutt’altro che in rampa di lancio, sarebbero da ricollegare ancora a questa “guerra” nei confronti di Triple H da parte di writer che altrimenti potrebbero rischiare il posto.

Heels, tutto sulla nuova serie tv sul wrestling di Starz

Non è un segreto infatti che The Game sia stato spesso indicato da molti come l’ideale successore di Vince McMahon quando e se quest’ultimo deciderà di farsi da parte. L’ex wrestler vorrebbe rivoluzionare il prodotto e molte teste potrebbero cadere, per cui c’è il sospetto che qualcuno all’interno della compagnia cerchi di impedirlo. E addossargli la colpa della sconfitta di NXT in una guerra con la AEW che molto probabilmente era impossibile da vincere è la tattica.

Un esempio arriverebbe dai recenti licenziamenti di molti wrestler di NXT e dall’annunciata rivoluzione che riguarderà lo show black & gold, che suona tanto di bocciatura per Triple H e Shawn Michaels, responsabili del brand. I due non sono neanche stati avvisati dei tagli se non a giochi fatti: una notizia che se confermata dovrebbe significare pur qualcosa. E che confermerebbe che in WWE, oggi, tutto può davvero succedere.

SHARE