SHARE
AEW CM Punk
Fonte Immagine: @BRWrestling (Twitter)

CM Punk è stato l’assoluto protagonista di All Out 2021, attesissimo evento della All Elite Wrestling che avrebbe segnato il ritorno sul ring del Second City Saint dopo ben 2779 giorni e davanti al pubblico amico della NOW Arena di Chicago.

Punk ha dimostrato di avere ancora ottime qualità e di essere in gran forma, lottando un incontro a ritmi abbastanza sostenuti (16’44” la durata) contro un talento assoluto come Darby Allin, sconfitto nel finale con una GTS che non ha lasciato scampo al pupillo di Sting.

AEW All Out report 05/09/2021: i risultati dell’evento

AEW, CM Punk dice la sua sui nuovi arrivi

All Out 2021 ha però registrato anche numerosi altri record, curiosità e debutti. Soprattutto, in quest’ultimo caso, sono da mettere a registro i due che hanno concluso lo show e lasciato a bocca aperta fan e addetti ai lavori: Adam Cole e Bryan Danielson, di recente fuoriusciti dalla WWE e venuti a rinforzare un roster che oggi è di primissimo livello.

Intervistato sull’arrivo di altre stelle in AEW, CM Punk ha espresso tutta la sua felicità.

“Perdonate l’oscenità, ma ho un’erezione per questo. Ognuno ha la sua storia. Io ho lasciato un posto e non avevo molte cose buone da dire, Bryan dice che lo amava. Ma qualcosa vorrà pur dire se ami un posto ma vuoi lasciarlo. E ora sei qui. Adam Cole è un ragazzo con cui non ho mai lottato, so che lo farò prima o poi e non vedo l’ora. Bryan è uno con cui ho lottato. E succederà ancora.”

AEW All Out 2021: curiosità, debutti, record e match annunciati

Punk poi ha descritto molto bene il momento attuale che si respira in AEW.

“È come a Natale. Scarti un regalo e non sai cosa ci sarà dentro. Può essere Adam Cole, può essere Daniel Bryan. Può essere Kenny Omega, gli Young Bucks, Powerhouse Hobbs, Ricky Starks. Le possibilità sono infinite. Sono così felice in questo momento!”

Per Punk comunque la AEW deve continuare a concentrarsi su se stessa.

“Penso che questi arrivi avranno ovviamente un grande impatto. Non mi occupo di guerre o competizioni, so chi è la concorrenza e chi non lo è. Per me dobbiamo concentrarci su noi stessi. E puntare sul talento. Per un’azienda che esiste solo da due anni penso che tutto stia andando alla grande. Ma per me la nostra concorrenza è il nostro pubblico, vinciamo finché li rendiamo felici. E penso che è quello che stiamo facendo.”