Pierre e Cheri i gatti di Serena Bortone: che razza sono e perché si chiamano così

Pierre e Cheri i gatti di Serena Bortone: che razza sono e perché si chiamano così

Serena Bortone, di che razza sono i suoi gatti Pierre e Cheri: scopriamo tutto sui felini protagonisti di Oggi è un altro giorno.

Ospiti abbastanza insoliti nel salotto di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno: fanno la loro comparsa infatti i gatti della conduttrice, Pierre e Cheri, che la donna ha deciso di presentare al grande pubblico, rendendoli delle star del programma. Sono due gatti molto particolari, di una razza pregiata, che devono i loro nomi alla passione della Bortone per la letteratura. Scopriamo tutto sui due felini.

LEGGI ANCHE: Chi è Serena Bortone | età | compagno | Oggi è un altro giorno

Serena Bortone, i nomi dei suoi gatti

La conduttrice ha raccontato di aver chiamato i suoi due gatti come i personaggi di due romanzi. Pierre viene da Pierre Bezuchov, protagonista di uno dei più grandi romanzi della storia, ovvero Guerra e Pace del maestro russo Tolstoj. Cherie invece deve il suo nome dall’omonimo romanzo di Colette, in particolare dal personaggio Fred Peloux, soprannominato appunto Cherie.

Questi i motivi dunque dietro i nomi dei due gatti della Bortone, due grandi precedenti letterari alle spalle dei bellissimi felini della conduttrice.

Serena Bortone, di che razza sono i suoi gatti

Pierre e Cheri sono due gatti persiani chinchillà. Si tratta di una razza naturale, molto pregiata, una varietà tipped di gatto persiano a pelo lungo. Questi gatti hanno una taglia medio-grande, hanno una corporazione robusta e hanno un folto manto bianco. Il tipping può essere presente sulla testa, sul dorso, sulle gambe e sulla coda. A livello comportamentale, questi gatti sono generalmente più diffidenti rispetto ai gatti a pelo corto, ma comunque socievoli e affettuosi e molto diffusi come animali domestici. Sono molto mansueti e preferiscono passare il tempo in casa piuttosto che all’aperto.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI