Il complotto contro l’America, seconda puntata: anticipazioni 20 gennaio

- Advertisement -

Giovedì 20 gennaio andrà in onda la seconda puntata della miniserie HBO Il complotto contro l’America, in prima serata su Rai 3 alle ore 21.20. Un episodio importante per entrare nel vivo della trama.

Ecco cosa sappiamo del secondo episodio de Il complotto contro l’America. Le cose iniziano a mettersi davvero male per la famiglia Levin. L’odio antisemita e xenofobo serpeggia e le cose andranno soltanto peggio.

LEGGI: Il complotto contro l’America, dove è stata girata: le location da scoprire

Il complotto contro l’America, episodio 2: anticipazioni

La seconda puntata de Il complotto contro l’America è particolarmente rilevante. Getta infatti le basi per il dramma che si scaglierà in seguito sulla famiglia Levin. È ottobre 1940 e i sostenitori di Lindbergh aumentano a dismisura. Una situazione a dir poco preoccupante. Sandy si presenta a un discorso pubblico del candidato presidente degli Stati Uniti. Al suo fianco vi sono Evelyn e Bengelsdorf. I due ufficializzeranno la propria relazione, con lui che verrò presentato alla madre di lei.

Alvin ottiene un lavo come autista presso un ricco uomo d’affari, Abe Steinheim. Il tutto grazie all’intervento di Herman. Ben presto si rende però conto che si tratta di un uomo corrotto. Bess prova in tutti i modi ad aiutare la propria famiglia e trova lavoro in un negozio d’alto bordo, dove però deve fare i conti con i clienti sostenitori di Lindbergh, che le rendono la vita impossibile.

Philip continua a essere condotto sulla cattiva strada da Earl, che lo spinge a rubare e non solo. Bengelsdorf è sempre più coinvolto nel movimento pro Lindbergh, al punto di parlare su un palco a una manifestazione politica. Al suo fianco c’è Evelyn. Tutto questo disgusta profondamente Alvin, che lascia il proprio lavoro e si unisce all’esercito canadese. L’incubo poi si realizza. Lindbergh vince le elezioni, battendo Roosevelt.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI