La mia storia tra le dita significato e a chi è dedicata

La mia storia tra le dita significato e a chi è dedicata

Chi non ha mai sentito e cantato La mia storia tra le dita? Gianluca Grignani proporrà il suo cult sul palco dell’Ariston nella serata delle cover del Festival di Sanremo 2022, insieme con Irama.

C’è un segreto mai svelato de La mia storia tra le dita. Gianluca Grignani è tornato a parlarne dopo 25 anni. Ecco a chi è dedicata

La mia storia tra le dita, a chi è dedicata

Gianluca Grignani non ha mai svelato il nome della ragazza che ha ispirato La mia storia tra le dita, brano che ha caratterizzato la sua carriera, divenuto rapidamente un cult. A 25 anni di distanza, però, il cantautore ha pubblicato Non dirò il tuo nome. Si tratta di una ballad rock che, come ha spiegato, è dedicata alla stessa ragazza: “Un brano che ho scritto così, di getto, nel corso di una notte in cui i ricordi di gioventù hanno preso il sopravvento. È il ricordo di un amore, finito e a tratti proibito. Un amore ingenuo, dolce e malinconico. Oggi come allora, non ho inserito il nome della donna cui è dedicata. Ecco come nasce il titolo. Anche se a dirla tutta, nella canzone cito il nome diverse volte, seppur in maniera velata”.

La mia storia tra le dita, testo

Sai penso che

Non sia stato inutile

Stare insieme a te

OK, te ne vai

Decisione discutibile

Ma sì, lo so, lo sai

Almeno resta qui per questa sera

Ma no che non ci provo, stai sicura

Può darsi già mi senta troppo solo

Perché conosco quel sorriso

Di chi ha già deciso

Quel sorriso già una volta

Mi ha aperto il paradiso

Si dice che

Per ogni uomo

C’è un’altra come te

E al posto mio quindi tu troverai qualcun altro

Uguale no, non credo io

Ma questa volta abbassi gli occhi e dici

Noi resteremo sempre buoni amici

Ma quali buoni amici maledetti

Io un amico lo perdono

Mentre a te ti amo

Può sembrarti anche banale

Ma è un istinto naturale

E c’è una cosa che io non ti ho detto mai

I miei problemi senza te

Si chiaman guai

Ed per questo che mi vedi fare il duro

In mezzo al mondo

Per sentirmi più sicuro

E se davvero non vuoi dirmi che ho sbagliato

Ricorda a volte un uomo

Va anche perdonato

E invece tu

Tu non mi lasci via d’uscita

E te ne vai con la mia storia fra le dita

Ora che fai

Cerchi una scusa

Se vuoi andare vai

Tanto di me

Non ti devi preoccupare

Me la saprò cavare

Stasera scriverò una canzone

Per soffocare dentro un’esplosione

Senza pensare troppo alle parole

Parlerò di quel sorriso

Di chi ha già deciso

Quel sorriso che una volta

Mi ha aperto il paradiso

E c’è una cosa che io non ti ho detto mai

I miei problemi senza te

Si chiaman guai

Ed per questo che mi vedi fare il duro

In mezzo al mondo

Per sentirmi più sicuro

E se davvero non vuoi dirmi che ho sbagliato

Ricorda a volte un uomo

Va anche perdonato

E invece tu

Tu non mi lasci via d’uscita

E te ne vai con la mia storia fra le dita

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI