Comandamento testo e significato della canzone di Paky

Danilo Budite
23/03/2022

Comandamento testo e significato della canzone di Paky

Comandamento, scopriamo il testo e la canzone del brano di Paky, reduce dalla pubblicazione del suo primo album.

Il 2022 sé l’anno della consacrazione per Paky, che ha dato alla luce il suo primo album, Salvatore, che sta ottenendo un successo pazzesco. Tra i brani più apprezzati c’è il featuring con un altro astro nascente del panorama rap italiano: Geolier. Scopriamo dunque il significato e il testo di Comandamento, brano prodotto da uno dei producer di punta della musica italiana: Sick Luke.

Comandamento, il significato della canzone di Paky

Comandamento mette in scena la collaborazione tra due astri nascenti della scena rap come Paky e Geolier. Si tratta di un pezzo che mette in mostra i tormenti dell’artista, che guarda indietro al percorso compiuto e sa che dovrà lottare per andare avanti. Il brano si avvale anche della produzione d’eccezione di Sick Luke, uno dei migliori producer in circolazione nel panorama italiano.

Comandamento, il testo della canzone di Paky

Na-na-na-na-na yeah (Sick Luke, Sick Luke)
Pecché me guard mal?
Sacc comm’ si crisciuto tu
Cu nu pate che sta carcerato
E nu frate che nun ce sta cchiù

Pecché me guarde male?
Saccio comm’ si crisciut tu
Cierti cos’e saje e’ tant ann’ fa
Però è certo nn’t”e ‘mpara nisciuno (Glory, Glory, Glory

Scrivo crudo solo a notte tarda
Chiedo scusa per la pausa
In quartiere senti sempre freddo
Fa freddo pure dentro casa
Un cristiano una notte mi disse
Che un giorno io morirò ucciso
Mentre mi fumo una Winston
Mi chiedo ancora se Dio esiste, ah
Okay, sento bugie sul mio nome
Firmo due dischi a un milione
Prima avevo il fumo nei coglioni
Gli occhi si girano indietro
Quando penso, torno indietro
Perdo una pietra dal mio braccialetto
Ogni volta che perdo un fratello, ah
So che ti manco, tu non mi manchi
Mi chiami se ti senti sola
Ti compro vestiti di marca
Te li levo tutti dopo un’ora
Mi chiedo ancora se mi ama
Sopra un volo per Miami, mami
Litighiamo se siamo vicini
Ma moriamo se siamo lontani

Pecché me guarde male?
Saccio comme si crisciuto tu
Cierti ccose ‘e ssaje ‘a tant’anne fa
Però è certo nn’t”e ‘mpara nisciuno

Yeah, scusateme p”o dialetto
‘E risposte ca nu truove ‘e truove sempe
‘Int’a chillu messagio ca tu nun he maje letto
Nu frate ca se perde ‘int’e machinette
Doppo ha accattato ‘e sorde, ha accattato ‘o mezzo
Pero ce costa ‘o doppio a nuje c”o ‘nteresse
Pate se sacrifica, fa sacrificie
M’arricordo ca patemo m”o dicette
“Quando scinne, nn’abbusce pecché si abbusca
Quando tuorne, po abbusche cchiù ‘e na vota”
Statte a cuccia si nn’si capace ‘e de ‘e muorze
Chi s’intende ‘e ‘sta vita se fida poco
Nu guaglione se stregna nu frate ‘mpietto, s”o carezza
Sta ‘nterra e giura vendetta
Po s’aizza e cammina, s’astregna ‘o fierro
Saglie e s’astregna ‘a mamma pecché ce tene
Ma pecché nun me dice na verità?
Ma pecché pe’tté nun so’ abbastanza
‘Ruosso pe sapé ca papà nu’ torna e nun ce sta?
Nun regnere ‘sti bugie ch”e verità
Nun me dicere nun so’ abbastanza ‘ruosso
Pecché fin’e mo porto ‘a famiglia annanze
Da criaturo cercavo ‘a Babbo Natale
Sulamente ca me purtasse a papà

Pecché me guarde male?
Saccio comme si crisciuto tu
Cierti ccose ‘e ssaje ‘a tant’anne fa
Però è certo nn’t”e ‘mpara nisciuno

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI