Castelli di lenzuola testo e significato della canzone di Ariete

- Advertisement -

Castelli di lenzuola, il testo e il significato del brano contenuto nel CD di Ariete: Specchio.

Ariete ha pubblicato il suo primo album, dal titolo Specchio, e tra le canzoni maggiormente apprezzate c’è Castelli di lenzuola: scopriamo il testo e il significato della canzone.

Castelli di lenzuola, il significato della canzone di Ariete

In Castelli di lenzuola Ariete canta l’amore che cresce, che dall’adolescenza passa all’età adulta, ma quell’amore conserva la purezza della fanciullezza e resta il rifugia dalle difficoltà del diventare grandi.

Castelli di lenzuola, il testo della canzone di Ariete

Come neve che ad Aprile cade dalle foglie
Pendo dalle tue labbra
Mi lasci a bocca asciutta
Siamo solo otto miliardi di persone spoglie
Dipenderò da te
Perché non so più stare sola

Io tendo a cercarti sopra divani vuoti
Delle feste di merda a cui non voglio mai andare
Rincorro i tuoi sguardi perché hai l’oro negli occhi
E tutto il tuo mondo in testa che mi parla

Passerà un’altra notte ancora
Giochiamo a sognare
Non svegliarmi
Costruirò castelli di lenzuola
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi più

Uh uh uh
Uh uh uh
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi

Come i fiori in primavera prendono colore
Coglierò ogni momento, sì
Prenderò tutto il freddo di questa città
Vorrei scappare un giorno ma con te al mio fianco
Senza avere una meta, solo fogli bianchi
Non so quante altre volte dovrò dirti grazie
Dipenderò da noi perché siamo costanti

Io tendo a cercarti sopra divani vuoti
Delle feste di merda a cui non voglio mai andare
Rincorro i tuoi sguardi perché hai l’oro negli occhi
E tutto il tuo mondo in testa che mi parla

Passerà un’altra notte ancora
Giochiamo a sognare
Non svegliarmi
Costruirò castelli di lenzuola
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi più

Uh uh uh
Uh uh uh
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi più
Uh uh uh
Uh uh uh
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi

E se partirai giuro che ti seguirò
Non voglio svegliarmi con nomi che non so
Non voglio un futuro in cui tu non sai chi sono
In cui tu non sai chi sono
E se il nostro tempo non sarà mai abbastanza
Io continuerò a pendere dalle tue labbra
Dammi fiato
Dammi sonno
Tu non svegliarmi più

Uh uh uh
Uh uh uh
Ritorno bambina
Tu non svegliarmi

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI