Amici 21 alla semifinale Luigi criticato per il monologo su Malo: il testo integrale

- Advertisement -

Amici 21 semifinale, Luigi Strangis stupisce con un monologo sulle note di Malo contro la violenza sulle donne ma non sono mancate le critiche: il testo integrale

Amici 21 è andato in scena con la semifinale sabato 7 maggio. Luigi Strangis è stato come sempre tra i protagonisti dei guanti di sfida oltre a cantare i suoi inediti come Muro e Tienimi Stanotte. Particolarmente importante è stata la prova voluta da Rudy Zerbi, il professore che lo ha seguito fin dal pomeridiano ha chiesto al cantante di cimentarsi nella cover della canzone Malo di Bebe.

Come tutti sappiamo il brano in lingua spagnola è diventata inno contro la violenza sulle donne per il suo intenso significato, che puoi leggere qui. Luigi alla semifinale di Amici 21 non ha solo interpretato la canzone di Bebe, ha voluto anche dimostrare di saper scrivere a modo suo, volendo probabilmente non proporre le barre che tanto vanno di moda. Una scelta forte questa che ha ottenuto, come spesso accade sui social, tanti commenti positivi dei fan su Twitter ma anche qualche critica. C’è chi ritiene che alla semifinale abbia voluto strafare con un pizzico di populismo di troppo, mentre c’è chi si è emozionato con il suo inno anti violenza. A voi Strangis è piaciuto? Per chi lo ha perso di seguito il testo integrale del monologo di Malo di Luigi alla semifinale di Amici 21.

Amici 21 semifinale: il testo del monologo di Luigi su Malo

Cosa mai avrei compiuto per tale affronto alla tua persona che fragile al dolore si abbandona. È un attacco alla tua dignità che sempre né soffrirà, alzati urla il tuo dolore pretendi rispetto come essere umano e non peccare di clemenza per chi pecca di violenza. Non peccare di silenzi non restare mai in silenzi.

Poi dopo l’introduzione Luigi ha iniziato a cantare Malo dalla strofa interpretando il brano originale. La giuria ha dato il punto a Strangis.