Chi è Sabrina Efionay, la voce delle seconde generazioni

- Advertisement -

Sabrina Efionay: scopriamo chi è la scrittrice italo-nigeriana che racconta la vita delle seconde generazioni di immigrati.

Sabrina Efionay è tra i protagonisti della puntata di martedì 10 maggio di Oggi è un altro giorno, condotta come sempre da Serena Bortone alle 14 su Rai 1. Andiamo dunque a scoprire chi è la scrittrice, voce delle seconde generazioni di immigrati.

Chi è Sabrina Efionay

Poco più che ventenne, Sabrina Efionay è una scrittrice italiana, di origini nigeriana. È una delle tante persone cresciute in Italia figlie di immigrati, i cosiddetti immigrati di seconda generazione. In realtà la vicenda di Sabrina è un po’ differente, perché non è cresciuta in una famiglia di immigrati, bensì in una famiglia napoletana, cui è stata affidata dopo pochi giorni dalla nascita. Sua madre era però nigeriana e Sabrina ha dovuto comunque scontrarsi col peso della discriminazione per il colore della sua pelle.

La ragazza si inizia ad avvicinare alla scrittura in età scolastica, scrivendo con lo pseudonimo di Sabrynex. Le protagoniste delle sue storie sono inizialmente ragazze bianche, lontane dalla sua realtà, ma una volta scoperta dalla casa editrice Rizzoli Sabrina ha deciso di abbracciare il suo retaggio culturale e di raccontare le vicende degli immigrati di seconda generazione e delle loro lotte in un’Italia ancora contrassegnata purtroppo dal razzismo e dalla discriminazione.

Nel 2016 è iniziata dunque l’avventura di Sabrina con Rizzoli, con la pubblicazione dei romanzi young adult Over, Over 2 e #TBT Indietro non si torna. Poi, la ragazza ha deciso di percorrere la strada dell’autobiografia e del realismo, dando voce dunque a quei ragazzi italiani nati da genitori stranieri che faticano a farsi accettare nel loro paese. Sabrina ha deciso dunque di scrivere Addio, a domani. La mia incredibile storia vera, raccontando dunque le sue paure e le sue esperienze come italiana di seconda generazione, un racconto personale che però si fa estremamente collettivo e potente.