Eurovision 2022 come funziona regolamento della finale

- Advertisement -

Eurovision 2022: andiamo a scoprire tutti i dettagli del regolamento che regola la finale della kermesse musicale

Manca poco e finalmente conosceremo il vincitore dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest. Le due semifinali hanno delineato il quadro della finale, con 25 paesi pronti a darsi battaglia per portarsi a casa la tanto desiderata vittoria. L’Ucraina gode dei favori del pronostico, ma Italia e Regno Unito provano a insediarla: andiamo dunque a scoprire nei dettagli come funzionerà la finale dell’Eurovision Song Contest 2022 e in che modo è possibile votare per eleggere il vincitore di questa edizione della kermesse musicale.

Eurovision 2022: il regolamento della finale

Fondamentale, per capire come funzionerà la finale, è inquadrare bene il sistema di votazione. Ogni paese che partecipa all’Eurovision nomina una giuria di cinque professionisti del settore, che si differenziano per età e formazione. La giuria di ogni paese deve esprimere una preferenza, col un voto che rappresenta il 50% del voto, col restante rappresentato dal televoto da casa. Chiaramente, nessuno può votare per il proprio paese, né la giuria né il televoto.

Ogni paese dunque esprime le proprie preferenze e si delinea una classifica che sarà indipendente dai voti della semifinale. Si riparte da zero dunque. Ogni giuria stila una classifica, dando 12 punti alla prima canzone votata, 10 alla seconda e 8 alla terza e poi si danno dei punteggi che diminuiscono progressivamente da 7 a 1 per le canzoni comprese tra il quarto e il decimo posto di ogni classifica di ogni giuria.

Consegnati i voti, dunque, questi vengono combinati coi risultati del televoto da casa e si stila dunque la classifica finale. Ovviamente, vince chi ottiene il numero maggiore di punti e il paese che riesce a trionfare avrà anche l’onore e l’onere di ospitare l’edizione successiva dell’Eurovision. Come accaduto per l’Italia, paese organizzatore di questa edizione in virtù del successo dello scorso anno dei Maneskin.