Skip to main content

Cosa si è rifatto Giacomo Urtis, quante operazioni ha subito: quanto avrebbe speso per rifarsi se non fosse un chirurgo e dove sono le sue cliniche

Giacomo Urtis noto chirurgo estetico delle star si è rifatto e la curiosità del gossip e su quanto ha speso per i ritocchini. D’altronde personaggi dello spettacolo tendono ad affidarsi a lui, considerando come il suo corpo perfetto sia il suo migliore biglietto da visita. Il già concorrente del Gf Vip ha sperimentato su di sé le proprie tecniche, ottenendo un risultato incredibile. Nel 2022 sono infatti comparse alcune foto prima e dopo di Giacomo Urtis, che evidenziano la totale trasformazione attraverso il continuo ricorso al bisturi. Il chirurgo delle celebrità si è anche messo alla prova a L’Isola dei Famosi, facendosi conoscere dal grande pubblico, per poi trovare spazio nel salotto di Barbara D’Urso. Ma quante operazioni chirurgiche ha fatto il 45enne Giacomo Urtis, nato a Caracas, in Venezuela, nel 1977. Nel corso degli anni è stata evidente la sua trasformazione fisica, soprattutto per quanto riguarda il viso, ma soltanto nel 2019 ha ammesso d’aver fatto ricorso alla chirurgia estetica, così come i suoi clienti. Tutto ha avuto inizio con un lifting, così da eliminare qualche ruga e, in generale, i segni lasciati dal tempo. Non si è poi più fermato, iniziando a modellare anche il resto del corpo. Il Dottor Urtis ha ammesso d’aver fatto asportare ben 9 litri di grasso in eccesso, così da ottenere un fisico modellato, il che comprende anche il sedere.

L’amico speciale di Fabrizio Corona ha poi rifatto dal lato B ai bicipiti, dagli addominali ai tricipiti, fino ai pettorali, così da poter avere l’immagine perfetta di sé che aveva in mente. Facile pensare come abbia potuto fare tutto questo all’interno di una delle sue cliniche, senza dover sostenere alcuna spesa, se non quelle basiche. Ma se non avesse avuto questa chance, quanto avrebbe pagato Giacomo Urtis per tutti gli interventi di chirurgia plastica. Iniziamo con il lifting, che ha un costo che può variare dai 10mila ai 12mila euro, in day hospital, salendo da 12mila a 17mila in struttura. Parliamo ovviamente di cliniche di primo piano, che possono avere costi leggermente superiori alla media. Per il chirurgo dei Vip rimozione del grasso, ovvero la liposuzione, dipende molto dal quantitativo di interventi, ma parliamo di una cifra tra gli 8mila e i 10mila euro. Per quanto riguarda il petto, parliamo di mastoplastica additiva, con costo che può arrivare a 7mila euro in media, mentre l’addominoplastica può arrivare a 7500 euro. Liposcultura più gluteoplastica hanno invece un costo di 10mila euro e più. Questi sono però gli interventi di cui siamo a conoscenza fatti da Giacomo Urtis, ma viene da pensare ve ne siano stati anche altri, come la blefaroplastica, oltre a costanti ricorsi a punturine di vario genere.

Giacomo Urtis clinica

Come non citare l’importante Clinica di Giacomo Urtis. Il chirurgo, 45 anni, è nato in Venezuela nel 1977 ma fin da bambino si è trasferito in Italia, ad Alghero, dov’è cresciuto. Laurea in Medicina e Chirurgia per lui, ottenendo una specializzazione in Dermatologia e Venereologia, completando un master in Chirurgia Estetica. Ha ottenuto col tempo un successo di carattere nazionale e internazionale, conquistando sempre maggiore notorietà tra i VIP di casa nostra diventando il chirurgo estetico più famoso d’Italia, spesso immortalati in scatti sul suo profilo Instagram, seguito da quasi 700mila follower, tanto in studio, intenti a subire qualche ritocchino, quanto in scene di vita quotidiana. Ad oggi le cliniche di Giacomo Urtis sono tre, quindi è facile per chiunque tentare di ottenere un appuntamento, senza fare il “giro del mondo”. La prima Dr. Urtis Clinic è a Roma, mentre la seconda è nella capitale della moda e della finanza, Milano, e come non potrebbe. La terza, infine, è nel Regno Unito, con il chirurgo che opera anche a Londra.

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21