Dopo 30 anni esce un album di inediti di Ivan Graziani

Dopo 30 anni esce un album di inediti di Ivan Graziani

Incredibile ma vero il 26 gennaio 2023 esce un album di inediti di Ivan Graziani a dieci anni dalla morte. Nato il 6 ottobre 1945 a Teramo, Abruzzo, è diventato un’icona immortale della musica come cantautore e chitarrista. Il suo peso discografico dura grazie al suo eccezionale talento e a una carriera ricca di successi che hanno lasciato un’impronta indelebile sulla scena musicale italiana.

Fin dalla giovane età, Graziani ha mostrato una connessione innata con la musica e l’arte. Cresciuto in una famiglia con radici abruzzesi e sarde, le sue prime passioni erano la chitarra e il disegno. Questa inclinazione artistica lo ha portato a iscriversi all’Istituto Statale d’Arte di Ascoli Piceno, segnando l’inizio del suo viaggio nel mondo della creatività.

A 18 anni, il suo talento musicale è stato riconosciuto da Nino Dale, che lo ha scelto per suonare la chitarra nel suo gruppo, Nino Dale & His Modernists. Questa esperienza non solo ha segnato il debutto discografico di Graziani come cantante, ma lo ha anche portato a una fase formativa presso l’Istituto di Arte Grafica di Urbino.

Nel 1966, ha fondato il gruppo “Ivan e I Saggi” con Velio Gualazzi e Walter Monacchi, successivamente noto come Anonima Sound. Il loro primo singolo, “Fuori piove/Parla tu,” pubblicato nel gennaio dell’anno successivo, ha ottenuto un discreto successo, ma è stato l’inizio di una carriera musicale destinata a lasciare un’impressione profonda.

Il Ritorno di un Icona: “Per gli amici”

Nel variegato mondo della musica italiana, una notizia ha scatenato l’emozione dei fan: a oltre tre decadi dal suo ultimo disco, Ivan Graziani, l’indimenticabile cantautore e chitarrista, ritorna con un album di materiale inedito. Intitolato “Ivan Graziani – Per gli amici,” questo lancio promette di immergerci nell’incomparabile talento di un artista che ha lasciato un segno indelebile sulla scena musicale italiana.

Il 26 gennaio 2024 segna una pietra miliare nella storia musicale con l’uscita di questo attesissimo album. Composto da 8 tracce inedite, tra cui “Una donna,” “La rabbia,” “L’Italianina,” “La canzone dei marinai,” “Tv,” “Miley,” “Ti sorprenderò” e la traccia principale “Per gli amici,” questo album è un gioiello riscoperto grazie all’instancabile lavoro della famiglia Graziani.

Questo progetto, prodotto dal figlio di Ivan, Filippo Graziani, e distribuito dall’etichetta storica Numero Uno di Sony Music, offre uno sguardo unico all’eredità artistica di uno dei pionieri che ha rivoluzionato la musica d’autore e il rock italiano.

Rock e Ballate per Quattro Stagioni: Un’eredità musicale

Ricordiamo che l’ultima raccolta di brani postumi, “Rock e Ballate per Quattro Stagioni,” risale al 2017, commemorando il ventesimo anniversario della morte di Graziani. Questo cofanetto conteneva gemme mai prima incluse in raccolte precedenti, come “Ugo l’Italiano” e la rara “Canzone senza inganni,” quest’ultima condivisa con Ron e Goran Kuzminac. La musica di Graziani trascende il tempo, e queste composizioni rivelano la sua creatività unica.

Legato e Ammirato: Oltre la Musica

L’ammirazione per Ivan Graziani va oltre i suoi successi musicali. La sua incursione nell’arte grafica durante la giovinezza e la partecipazione a progetti come Q Concert dimostrano la sua versatilità. Nonostante alti e bassi e album che non hanno raggiunto la vetta delle classifiche, il suo impatto continua a risuonare, come dimostrano eventi come la sua partecipazione al Festivalbar 1983 con “Il chitarrista.”

L’Uomo Dietro alla Musica

La vita privata di Ivan Graziani fa eco nelle sue note musicali. Il suo matrimonio con Anna Bischi, i suoi figli Filippo e Tommaso, e la sua incursione precoce nella musica con Nino Dale hanno contribuito a forgiare la leggenda del cantautore.

Con l’arrivo di “Ivan Graziani – Per gli amici,” ci troviamo di fronte a un’opportunità unica per rivivere la magia di questo iconico musicista. Questo album di inediti ci connette con l’essenza pura del maestro, offrendo agli ascoltatori un’esperienza unica e nostalgica. Sebbene il suo lascito sia eterno, l’arrivo di nuovi materiali ci consente di esplorare nuove sfaccettature del suo genio creativo.

Ivan Graziani a Sanremo

La carriera di Ivan Graziani è stata segnata da momenti indimenticabili e altri che avrebbe voluto dimenticare. La sua esperienza sul palco dell’Ariston non è stata molto fortunata; si è piazzato al diciassettesimo posto. Dopo il fallimento dell’album successivo, Piknic, ha deciso di lasciare la Numero Uno, firmare con Carosello e intraprendere una strada insolita: costruirsi un garage per registrare a casa.

Negli anni novanta, è tornato sul palco del Festival di Sanremo nel 1994 con la canzone “Maledette malelingue”. Questa volta è riuscito a conquistare un rispettabile settimo posto ed ha sperimentato una rinascita nelle vendite con l’album successivo, Malelingue.

Nonostante il buon risultato, ha deciso di abbandonare Carosello, firmando comunque con la CGD. Nel 1995, ha pubblicato un album dal vivo contenente cinque brani inediti, tra cui “La nutella di tua sorella”, un duetto con il suo amico Renato Zero. L’album doveva essere seguito da un nuovo lavoro, ma Ivan non ha avuto il tempo di completare il suo progetto.

Ivan Graziani causa morte

La triste notizia della morte di Ivan Graziani a causa di un tumore è arrivata dopo due anni di lotta contro la sua malattia. Ivan Graziani alla fine ha ceduto al cancro al colon e è morto l’1 gennaio 1997, all’età di 51 anni, nella sua casa a Novafeltria, nella provincia di Rimini. Dopo il funerale, sono state sepolte con lui una delle sue chitarre (una Gibson che chiamava ‘mamma chitarra’) e il suo caratteristico gilet di pelle.

Mentre celebriamo questo lancio così speciale, ricordiamo Ivan Graziani non solo come un musicista, ma come un visionario che ha oltrepassato i confini della musica italiana. “Per gli amici” è più di un album; è un tributo a un maestro che ha lasciato un’impronta indelebile nei cuori di coloro che amano la musica con passione e profondità.

Copyright Image: ABContents