Balla coi Lupi: significato del finale

- Advertisement -

Balla coi lupi è uno dei film più famosi e apprezzati di Kevin Costner, vincitore di 7 premi Oscar, ma cosa succede nel finale del film? Capiamolo insieme.

Con Balla coi lupi, suo primo film da regista oltre che da attore, Kevin Costner ha offerto una visuale del genere western e della storia americana dall’insolito punto di vista dei nativi americani.

La trama del film vede, infatti, il protagonista, il tenente unionista Dunbar, che finisce per legarsi a una tribù di Lakota Sioux, divenendo uno di loro e finendo lui stesso a combattere per la causa dei nativi contro l’esercito statunitense, per cui diventa un traditore. Ma cosa succede esattamente nel finale del film?

Balla coi lupi: il significato del finale del film

Nella parte finale di Balla coi lupi, il tenente Dunbar è ormai parte della tribù, che si sta spostando verso il luogo dell’accampamento invernale. Ma prima di fare questo, l’ex-soldato deve tornare a Fort Sedgewick a recuperare il proprio diario: nel frattempo, però, il forte è stato nuovamente occupato da truppe americane, che lo catturano.

Liberato dai suoi amici indiani, Dunbar si ricongiunge alla tribù per il trasferimento presso l’accampamento invernale, ma una volta giunto lì decide che deve andare altrove. Il motivo è che lui sa che, dato il suo tradimento, i soldati statunitensi di metteranno sulle tracce, e questo potrà causare grossi problemi alla tribù, a cui ormai si sente legato ma a cui non vuole arrecare alcun danno.

Prima di andarsene, Dunbar, ormai noto come Balla coi lupi, consiglia a Dieci Orsi, il vecchio caotribù, di spostare l’accampamento da un’altra parte: prima o poi, i soldati arriveranno a prendersi anche quelle terre.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI