Tre uomini e una gamba: Ringhio, che razza è e che fine ha fatto

- Advertisement -

Uno dei protagonisti di Tre uomini e una gamba è il cane Ringhio, con cui viaggiano i protagonisti: ma di che razza è e che fine fa nel film?

Tre uomini e una gamba e… un cane. Sì, perché Ringhio è, a ben vedere, uno dei protagonisti del film di Aldo, Giovanni e Giacomo del 1997. Il cane di proprietà di Aldo passa con i tre comici gran parte del loro rocambolesco viaggio per raggiungere la Puglia per il matrimonio di Giacomo, anche se non arriverà alla fine.

Se volete saperne di più su questo personaggio, non dovete far altro che andare avanti a leggere: risponderemo ad alcune domande su Ringhio: di che razza è, chi lo interpretava, e che fine ha fatto nel film.

LEGGI ANCHE: Tre uomini e una gamba: cos’è un Garpez

Ringhio, di che razza è il cane di Tre uomini e una gamba

Ringhio è il cane del personaggio di Aldo in Tre uomini e una gamba, e segue i tre protagonisti nel loro celebre viaggio in auto verso il Sud perché il loro temutissimo suocero Eros Cecconi va pazzo per l’animale.

Prima di tutto, bisogna dire che non è chiaro chi sia in realtà l’interprete di Ringhio, poiché nei credits del film vengono citati due cani, Birillo e Dolly, quindi è probabile che entrambi abbiano dato le sembianze all’animale.

Ciò che è certa è la razza del cane: si tratta di un Bulldog, una razza canina originaria dell’Inghilterra. Il suo nome “di scena” è dovuto al suo caratteristico modo di ringhiare, come si può immaginare.

Il ruolo stesso di Ringhio in Tre uomini e una gamba è un tributo al romanzo che ha ispirato il film, Tre uomini in barca di Jerome K. Jerome, del 1889, il cui sottotitolo è appunto (per non parlare del cane).

Tre uomini e una gamba: che fine fa Ringhio

Ringhio viaggia con Aldo, Giovanni e Giacomo principalmente perché piace ad Aldo, che è il suo padrone; glialtri due accettano malvolentieri la sua presenza perché sanno che anche l’odiato suocero, che li attende a Gallipoli, ama il cane.

Purtroppo, Ringhio subirà una tragica disavventura, durante il viaggio. Quando i tre si fermano all’Autogrill, Aldo lega il cane al bagagliaio dell’auto per fare la guardia alla costosissima opera d’arte che trasportano (la gamba, appunto, cioè il Garpez). Quando però i tre tornano in macchina e ripartono, si dimenticano di slegare il cane, che era rimasto legato dietro e… beh, potete immaginare cosa gli sia successo.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI