Mare malinconia Franco 126 Loredana Bertè testo e significato canzone

- Advertisement -

Franco 126 firma un duetto d’eccezione con Loredana Bertè: scopriamo il testo e il significato di Mare malinconia.

Presente e passato della musica italiana si mischiano in Mare malinconia, hit dal sapore nostalgico realizzata da Franco 126 e Loredana Bertè. Sui social il cantante romano ha espresso tutta la sua emozione nell’aver duettato con una leggenda della musica italiana e ha presentato in anteprima il brano al Radio Zeta Future Hits Live 2022. Andiamo a scoprire il testo e il significato della canzone.

Mare malinconia: il significato della canzone

La protagonista del brano è una donna forte e coraggiosa, che non ha paura di gettarsi in mare per rinascere più forte di prima. Non sappiamo cosa sarà di questa donna dopo il grande tuffo: riemergerà dalle acque o diventerà aria? Tutto il racconto è chiaramente una ricca metafora che esprime la forza di una donna che non ha paura di prendere le proprie scelte e di tuffarsi nella vita, senza sapere se riemergerà da quelle acque, e quindi se l’esperienza la plasmerà, o se diventerà aria, acquistando l’estrema libertà.

Mare malinconia: il testo della canzone

Nata sotto una cattiva stella
sotto un cielo di lampi e tempesta
Mille diavoli si rincorrevano per la città
figlia di un amore morto in fretta
di una bugia, di una promessa infranta
di una fiamma fredda che brillava nell’oscurità
dietro i tuoi occhi un segreto
perso tra pezzi di vetro

E portavano a te

quelle impronte lasciate sopra il bagnasciuga
e portavano a te
che ballavi su un tavolo sotto la luna
vestita di ombre, di onde, di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia e di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

Ma da Lecce c’è della sfortuna
sola come un anima perduta
nelle strade piene di turisti e risse nei bar
figlia di una lacrima che brucia
della polvere e della paura
innamorata dei fiori, del vino e della libertà
dietro i tuoi occhi un segreto
perso tra pezzi di vetro

E portavano a te
quelle impronte lasciate sopra il bagnasciuga

e portavano a te
che ballavi su un tavolo sotto la luna
vestita di ombre, di onde e di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia e di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

Ti hanno vista che correvi verso la scogliera
la più alta della baia a picco sopra il blu
e si dice che piove forte e che sorridevi
prima di diventare vento e non tornare più

E portavano a te
quelle impronte lasciate sopra il bagnasciuga
e portavano a te
che ballavi su un tavolo sotto la luna
vestita di ombre, di onde e di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia e di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

E portavano a te
e portavano a te
mare malinconia