Tananai canzone Sanremo 2023 Tango testo significato

Claudio Cafarelli
08/02/2023

Tananai canzone Sanremo 2023 Tango testo significato

Testo e significato di Tango canzone di Tananai a Sanremo 2023: il cantautore è pronto a ritornare sul palco del Teatro Ariston dopo il successo dello scorso anno

Dopo il grande successo ottenuto da S3sso occasionale con cui ha debutto al Festival di Sanremo finendo ultimo in classifica ma risultando tra i più ascoltati di tutta l’edizione, Tananai è presente anche a Sanremo 2023 con la canzone Tango. Reduce dall’ottimo riscontro di Abissale, il cantautore ha intenzione di proporsi in maniera più conscia all’esperienza del Teatro Ariston e come ha spiegato ora sa cosa succederà, rispetto alla scorsa edizione, e ha il desiderio di proporsi in una veste decisamente rispetto al modo scanzonato che gli aveva permesso di accogliere l’ultimo posto dello scorso anno con euforia al punto da diventare virale. Il testo e significato di Tango, canzone di Tananai a Sanremo 2023, racconta una storia d’amore che in realtà lo stesso autore non ha vissuto ma ha voluto descrivere grazie al confronto con una persona che vive una relazione a distanza. Un amore che non appartiene a Tananai ma che lo ha incuriosito al punto da scrivere una canzone, un’atmosfera romantica, una ballad che pian piano cresce e travolge e che utilizza immagini urbane grazie anche al contributo di Paolo Antonacci, figlio di Biagio. E proprio il cantautore salirà accanto a Tananai nella serata dei duetti.

Tango testo

Non c’è un amore senza una ragazza che pianga

Non c’è più telepatia
È un’ora che ti aspetto
Non volevo dirtelo al telefono
Eravamo da me, abbiamo messo i Police
Era bello finché ha bussato la police
Tu, fammi tornare alla notte che ti ho conosciuta

Così non ti offro da bere e non ti ho conosciuta
Ma ora addio, va bene amore mio
Non sei di nessun altro
E di nessuna io
Lo so quanto ti manco
Ma chissà perché Dio
Ci pesta come un tango
E ci fa dire
Amore tra le palazzine a fuoco
La tua voce riconosco
Noi non siamo come loro
È bello, è bello, è bello

È bello stare così
Davanti a te in ginocchio
Sotto la scritta al neon di un sexy shop
Se amarsi dura più di un giorno
È meglio, è meglio
È meglio che non rimani qui
Io tornerò un lunedì
Come si salva un amore se è così distante
È finita la poesia
È un anno che mi hai perso
È quel che sono, non volevo esserlo
Eravamo da me, abbiamo messo i Police
Ridevamo di te che mi sparivi nei jeans
Tu, fammi tornare alla notte che ti ho conosciuta

Così non ti offro da bere e non ti ho conosciuta
Ma ora addio, va bene amore mio
Non sei di nessun altro
E di nessuna io
Lo so quanto ti manco
Ma chissà perché Dio
Ci pesta come un tango
E ci fa dire
Amore tra le palazzine a fuoco
La tua voce riconosco

Noi non siamo come loro
È bello, è bello, è bello
È bello stare così
Davanti a te in ginocchio
Sotto la scritta al neon di un sexy shop
Se amarsi dura più di un giorno
È meglio, è meglio
È meglio che non rimani qui
Io tornerò un lunedì
Ma non è mai lunedì
Qui non è mai lunedì
Amore, tra le palazzine a fuoco

La tua voce riconosco
Noi non siamo come loro
È meglio, è meglio
È meglio che non rimani qui
Io tornerò un lunedì
Ma non è mai lunedì

Copyright Image: ABContents