Toto Cutugno canzoni: quel rifiuto clamoroso che gli è valso la carriera

Toto Cutugno canzoni: quel rifiuto clamoroso che gli è valso la carriera

Tra le canzoni più famose di Toto Cutugno c’è Lasciatemi Cantare ovvero L’Italiano ma era stata scritta per un altro artista

Lasciatemi cantare con la chitarra in mano, chi non conosce questo ritornello tra i più famosi della musica italiana al mondo. È il refrain della canzone L’Italiano scritta da Toto Cutugno, incisa nel 1983 e presentata al Festival di Sanremo di quell’anno che però non vinse la classifica finale infatti arrivò soltanto quinta ma conquistò il voto dei telespettatori e successivamente ottenne un grande successo di vendite. In realtà il brano venne scritto nel novembre 1981 come raccontato più volte dallo stesso autore smentendo l’ipotesi che vedeva Toto Cutugno ispirato dalla vittoria della Nazionale Italiana ai Mondiali di Calcio del 1982, una teoria nata soprattutto perché nel testo viene citato Sandro Pertini “un partigiano come presidente”. L’Italiano nel corso degli anni è stata cantata da tantissimi artisti del nostro Paese ma anche e soprattutto oggetto di cover in tutto il mondo, addirittura nello stesso anno della sua uscita venne riproposta una versione adattata in finlandese. Una delle canzoni più famose dell’artista morto oggi è stata scritta in parte in un ristorante secondo alcune fonti e poi perfezionata la notte seguente di un importante con un collega a cui è sempre stato legato a doppio filo. Si tratta di Adriano Celentano per cui Toto Cutugno aveva già scritto diverse canzoni come Soli e Il tempo se ne va, una collaborazione proficua a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta che ha permesso ad entrambi di affermarsi anche all’estero.

Toto Cutugno canzoni: la vera storia de L’Italiano

In realtà c’è un’altra canzone che l’artista di Fosdinovo aveva immaginato per Il Molleggiato e che aveva elaborato immaginando che fosse interpretata dalla voce di Una carezza in un pugno grazie ad una frase nello specifico che è diventata poi un cult della cultura tricolore. Infatti dopo il grande successo ottenuto nei due anni precedenti, Toto Cutugno aveva scritto anche L’Italiano per Adriano Celentano come raccontato dallo stesso cantante di 24 mila baci sul suo profilo Instagram. Nel post di addio al suo grande amico nel giorno della sua morte a causa di una lunga malattia, Il Molleggiato ha svelato che nonostante l’insistenza del suo collega per interpretare la canzone con il ritornello Lasciatemi Cantare aveva deciso fin dal primo ascolto, seppur stregato dalla bellezza del testo, di rifiutare di cantarla. Il motivo della decisione da parte di Adriano Celentano è proprio la frase iconica “Sono un italiano vero” che Toto Cutugno aveva scritto pensando a lui. Il marito di Claudia Mori invece sentiva questo sentimento ma non aveva voglia di esporlo al pubblico e così per pignoleria decise di non cantare L’Italiano. Questo rifiuto però non scoraggiò Toto Cutugno che decise quindi, consapevole della forza della sua creazione, di portare il brano al Festival di Sanremo e di interpretarla sul palco del Teatro Ariston prendendo spunto proprio da Adriano Celentano. Un risultato eccezionale che la voce di L’Arcobaleno ha sottolineato ricordando con affetto il suo collega e ammettendo che anche lui l’avrebbe cantata così come fatto da Toto Cutugno.

Copyright Image: ABContents