Cena Aziendale Luxottica 2023 quanto è costata con i Maneskin

Valerio Rossari
23/12/2023

Cena Aziendale Luxottica 2023 quanto è costata con i Maneskin
Instagram Sanremo

Luxottica cena aziendale da record: una festa di Natale a cinque stelle con migliaia di invitati, chef stellati e addirittura l’esibizione dei Maneskin. Ma quanto è costato tutto questo?

Siamo a un passo dal Natale e dalla fine dell’anno, uno de grandi periodi delle festività in Italia e non solo, e la maggior parte delle aziende organizza eventi per i suoi dipendenti, tra cui delle cene per festeggiare il lieto momento. Ognuno si organizza come vuole per questo tipo di celebrazioni, ma pochi possono arrivare ad avere ospiti addirittura i Maneskin, che si esibiscono su un palco durante la festa. Ovviamente chi ha avuto questa idea non è un’azienda qualsiasi, ma bensì Luxottica, cioè una delle più ricche e potenti società del nostro paese, che venerdì 22 dicembre ha organizzato la sua consueta cena aziendale nella sede centrale di Agordo, ingaggiando anche la celebre rockband per tenere un concerto per l’occasione.

È avvenuto nel Palaluxottica, il palazzetto fatto costruire anni fa dal fondatore dell’azienda Leonardo Del Vecchio, scomparso il 27 giugno 2022, che è stato ricordato all’inizio dell’evento con un video commemorativo. D’altronde oggi più che mai Luxottica voleva festeggiare in grande stile, dopo che per tre anni la festa aziendale era saltata, prima a causa della pandemia e poi per rispetto per la scomparsa del fondatore della società. La conduzione della serata, che più che una cena aziendale in senso stretto è stata come di consueto una grande festa con oltre 5.500 dipendenti invitati, è stata affidata a Irene Colombo. L’evento è iniziato alle ore 20.00 con l’arrivo delle prime navette al Palaluxottica, e dopo i convenevoli e i messaggi dei massimi dirigenti dell’azienda si è proceduto con la cena vera e propria, con un menù esclusivo curato dal noto chef milanese Davide Oldani, uno dei 50 ambasciatori della cucina italiana nel mondo e noto grazie al programma di Radio 24 Mangia come parli.

Un menù a cinque stelle: polenta soffice, crema di Piave Vecchio, Porto e lenticchie beluga soffiate, tortellini al burro nocciola e salvia fritta, cotechino, zucca, mela e cialda di pane. Per dessert, pandoro e mascarpone alla vaniglia. I vini della serata sono stati invece Morene Conegliano Valdobbiadene Prosecco, Bruscade di Conegliano Rosso, Prologo Valdobbiadene Prosecco superiore. Il tutto servito con una speciale “posata passpartout” disgnata appostamente da chef Oldani e che consente di tranciare, raccogliere e inforcare in un unico strumento, che i dipendenti hanno potuto portarsi a casa alla fine dell’evento. Poco dopo le 23.00, infine, sul palco sono saliti i Maneskin per il concerto che ha concluso l’evento.

Quanto è costato tutto questo? Ovviamente non sono disponibili cifre ufficiali, e probabilmente Luxottica non rivelerà mai quanto ha speso per l’evento. Alcune stime parlano di un costo di 250 euro a persona, che per 5.500 invitati fa 1.375.000 euro, ma a questa cifra vanno aggiunte le varie spese organizzative, il costo del personale (sia di cucina che di accoglienza e sicurezza), le navette per il trasporto degli invitati e il loro alloggio, tutto coperto dall’azienda. In aggiunta bisogna considerare quanto è stato pagato lo chef Oldani per realizzare il menù della serata, e ovviamente sommare alla fine di tutto anche il cachet dei Maneskin. Lo scorso febbraio, quando la band partecipò al Festival di Sanremo, la Rai pagò un ingaggio da 80.000 euro. Possiamo dunque dire, a grandi linee, che la cena di Natale di Luxottica è costata probabilmente più di 2 milioni di euro.

Luxottica fatturato

Luxottica è un’azienda italiana specializzata nella realizzazione di occhiali, e grazie a questo business è diventata una multinazionale di grandissimo successo, diffusa in ben 150 paesi su tutti e cinque i continenti, ed è ritenuta la più grande produttrice mondiale di montature per occhiali da vista e da sole. Fondata da Leonardo Del Vecchio ad Agordo, vicino Belluno, oggi ha sede a Milano e negli anni ha vissuto una crescita imperiosa, che l’ha portata a diventare nel 2012 la prima azienda italiana per fatturato nel settore della moda. Nel 2017 si è poi fusa con l’azienda francese Essilor, da cui è nata la holding EssilorLuxottica. Nel 2022, la società ha chiuso il bilancio annuale con numeri da record, come confermato dal presidente e amministratore delegato Francesco Milleri. Luxottica ha infatti registrato un fatturato da 24,5 miliardi di euro, con una crescita del +13,9% rispetto all’anno precedente. E i numeri sono andati in netto miglioramento anche nel 2023, sebbene ancora non sia disponibile il risultato del bilancio dell’anno attualmente ancora in corso: il fatturato del primo trimestre del 2023 ha però messo in luce una crescita del +9,7% rispetto al primo trimestre del 2022 (6,151 milioni di euro) e di +8,6% rispetto al miglior trimestre dello scorso anno.

Copyright Image: ABContents