Sanremo 2022, Checco Zalone è Oronzo Carrisi: il testo di Pandemia

Sanremo 2022, Checco Zalone è Oronzo Carrisi: il testo di Pandemia

Se al centro del Festival di Sanremo 2022 vi è la musica, questa non occupa il 100% delle serate dell’Ariston. Spazio anche alla comicità di Checco Zalone, protagonista di svariati interventi, come quello nei panni di un bizzarro virologo.

Negli ultimi due anni i virologi hanno preso d’assalto la televisione italiana. Sono un po’ ovunque ed è giusto ce ne fosse uno anche a Sanremo. Checco Zalone è Oronzo Carrisi, passato da essere il cugino di Albano a superstar.

LEGGI: Sanremo 2022, Checco Zalone è Ragadi: il testo di Poco ricco

Checco Zalone, chi è Oronzo Carrisi

Alzi la mano chi aveva mai sentito parlare un virologo in televisione, in prima serata, prima della pandemia di Covid-19. Se da un lato è giusto che gli esperti si esprimano in situazioni del genere, dall’altro vi è stata una sovraesposizione, che ha trasformato molti di loro in personaggi pubblici, con tanto di interviste sulla vita privata, foto su riviste di gossip e quant’altro.

È a loro che fa riferimento la figura comica di Oronzo Carrisi, passato da essere semplicemente il cugino sconosciuto di Albano a star richiestissima nel suo paese. Lancia un messaggio di speranza per tutti coloro che svolgono lavori poco attenzionati. Prima o poi, con la giusta catastrofe, anche loro saranno ospiti di Fabio Fazio. I nomi non serve immaginarli, li fa tutti Checco Zalone, anche se li fa pronunciare ad Amadeus. Ecco tutti i colleghi che, dice ironicamente, hanno scritto con lui questa canzone:

  • Bassetti
  • Brusaferro
  • Burioni
  • Capua
  • Crisanti
  • Galli
  • Fauci
  • Locatelli
  • Pregliasco
  • Rezza
  • Viola
  • Le Foche
  • Zangrillo
  • Lo Falco

Pandemia ora che vai via, il testo di Checco Zalone

La curva è andata giù
Sta per finire il sogno
Nessuno si spaventa più
Manco a Codogno

E il bollettino non fa più notizia
E Fazio già mi ha tolto l’amicizia
Sono un virologo sincero
E chiedo al cielo

Pandemia ora che vai via
Che ci faccio con la rosolia
Pandemia se te ne vai via
Lavo i piatti in qualche pizzeria

Pandemia quanta nostalgia
Delle conferenze in Lombardia
Pandemia io sarò brutale
Ma col cazzo vado a lavorare in ospedale

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI