Vincenzo Mollica malattia cos’è l’uveite di cui soffre dall’infanzia

- Advertisement -

Le condizioni mediche di Vincenzo Mollica non danno tregua all’amatissimo giornalista, ormai da un po’ costretto a fare un passo indietro rispetto alla professione. Ciò non vuol dire che il mondo della televisione si sia dimenticato di lui, anzi. Sono stati svariati i momenti in cui si è deciso di omaggiarlo, invitandolo a parlare di quanto fatto in passato e della sua vita oggi.

Sono due i mali di cui soffre Vincenzo Mollica, che convive ogni giorno con il morbo di Parkinson e l’uveite. Di quest’ultima soffre fin da ragazzo ed era tristemente cosciente del fatto che un giorno avrebbe dovuto affrontare la cecità.

Vincenzo Mollica malattia

Quando si parla della malattia di Vincenzo Mollica occorre far riferimento, necessariamente, a differenti patologie combinate. La vista è quasi totalmente compromessa a causa di glaucoma, iridociclite plastica e uveite. Un quadro peggiorato dal morbo di Parkinson. L’ultima volta che il giornalista era stato ospite di Che tempo che fa da Fabio Fazio aveva spiegato: “Non mi faccio mancare proprio nulla. Ho anche il diabete. Sono un abile orchestratore di medicinali”.

Parlando nello specifico dell’uveite, questa lo ha colpito quando era molto giovane. Si può dire, dunque, che dall’occhio sinistro non ci abbia mai realmente visto. Visitato al secolo, scoprì che il suo destino sarebbe stato quello di diventare cieco prima o poi.

Cos’è l’uveite

Con il termine uveite si fa riferimento a un’infiammazione o infezione dell’uvea, sezione dell’occhio. Si tratta di un termine generico per una problematica che varia da paziente a paziente, con infiammazioni che possono coinvolgere anche cornea, retina, nervo ottico e vitreo.

Quando possibile, si richiede un immediato intervento medico, considerando come tra le svariate complicazioni vi è la cecità permanente. Differente però il caso in cui non vi sia una causa scatenante da individuare. Si tratta dunque di uveite idiopatica. Ecco i principali sintomi:

  • fotofobia: ipersensibilità alla luce
  • visione offuscata o annebbiata
  • occhi arrossati
  • dolore
  • bruciore
  • lacrimazione eccessiva
  • miodesopsie: visione di macchie nel campo visivo
  • scotomi: piccole sezioni di cecità parziale

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI