Unico Testimone come finisce: trama, cast e finale spiegato

- Advertisement -

Unico Testimone è un film del 2001 con John Travolta e Vince Vaughn. Un thriller diretto da Harold Becker.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su Unico Testimone, thriller del 2001. Ecco la trama e il cast della pellicola con protagonista John Travolta. Di seguito riportiamo anche come finisce il film.

Unico Testimone trama e cast

Danny è un ragazzino di 11 anni che soffre di disturbi psichici fin da quando i suoi genitori si sono separati. Il suo problema mentale lo spinge a vivere in un mondo di bugie.

È però fortunato ad avere due genitori che gli vogliono molto bene, pronti a collaborare pur non stando più insieme da sette anni. Un giorno Susan, madre di Danny, incontra Rick Barnes, un ricco uomo da affari da poco giunto in città.

I due col tempo si sposeranno. Frank è inizialmente molto geloso ma poi pensa al bene di suo figlio Danny. Ammette che una figura paterna presente anche in sua assenza non farà che del bene al ragazzo. Avrà finalmente una famiglia normale, si dice. Le cose però non andranno affatto così lisce come lui sperava.

Guardando al cast, il piccolo Danny è interpretato da Matt O’Leary, mentre i suoi genitori Frank e Susan sono rispettivamente John Travolta e Teri Polo. Il ruolo di Rick Barnes è invece stato affidato a Vince Vaughn.

Si aggiungono i seguenti attori e attrici:

Steve Buscemi (Ray Coleman)

Ruben Santiago-Hudson (Sergente Edgar Stevens)

Susan Floyd (Diane)

Debra Mooney (Theresa)

Unico Testimone come finisce

Danny è sconvolto dalla rapidità della relazione di sua madre con Rick. Lei è incinta e il ragazzino, sconvolto, scappa per andare dal padre. Il giovane non si fida dell’uomo e si nasconde nella sua auto. Lo vede incontrare Ray Coleman, che fa salire in auto e poi uccide. Brucia infine il cadavere nella sua fabbrica di mattoni. Danny vede tutto e riesce a scappare. Racconta poi tutto a suo padre Frank.

Vanno insieme dalla polizia per denunciare il fatto ma nessuno crede alla storia. Ritengono che sia l’ennesima bugia raccontata dal ragazzino, che mira a far riavvicinare i suoi genitori. Frank però gli crede, forte del fatto che il figlio non gli abbia mai mentito. Inizia così a scavare nel passato di Rick.

Scopre che prima si chiamava Jack Parnell, criminale specializzato in rapine, estorsioni e tentati omicidi. Ray Coleman e altri due complici erano la sua banda. I complici erano stati condannati dopo un’ultima rapina ma Rick ne era uscito pulito e arricchito. Ecco spiegata la nuova identità, così da sfuggire agli ex soci.

Frank spedisce una mail alle autorità con le pagine di giornale che parlano del passato dell’uomo. Rick si è però intrufolato in casa sua e prova a ucciderlo, tramortendolo e dando fuoco alla rimessa per le barche. Frank si salva per un pelo.

Intanto a casa Susan vede Rick tamponarsi un braccio, feritosi durante l’incendio.  Ha visto la notizia del rogo al TG e capisce che è lui il responsabile. Ora sa che Danny non mentiva. Prova a fuggire ma l’uomo la nota e stordisce. Certo d’averla uccisa, trascina Danny in auto, così da ucciderlo e cancellare ogni traccia.

Frank arriva in tempo e dà il via a una lotta disperata. Danny riesce a uscire dall’auto e, nonostante le mani legate, spinge il patrigno contro un quadro elettrico, uccidendolo per folgorazione. La polizia e i soccorsi giungono e aiutano Susan, che viene trasportata in ospedale. La caduta subita però le ha fatto perdere il bambino.