Sanremo Giovani 2022 partecipanti chi sono in finale: pronostici vincitori

Danilo Budite
16/12/2022

Sanremo Giovani 2022 partecipanti chi sono in finale: pronostici vincitori

Sanremo Giovani 2022 chi sono i finalisti che si giocano un posto nella prossima edizione del Festival di Sanremo e i pronostici sul vincitore

Venerdì 16 dicembre va in onda la finale di Sanremo Giovani 2022. Una serata molto importante, perché decreterà il quadro finale definitivo dei 28 big che prenderanno parte alla prossima edizione del Festival di Sanremo. Ai 22 artisti annunciati da Amadeus, infatti, si uniranno ben sei giovani che usciranno fuori proprio dalla finale del talent sanremese. Lo scorso anno i giovani che parteciparono al Festival furono 3: Yuman, Matteo Romano e Tananai, quest’ultimo di ritorno anche quest’anno. Ora Amadeus raddoppia la posta in gioco, con ben sei posti per i 12 concorrenti all’Ariston. Metà dei talenti giunti alla finale di Sanremo Giovani, dunque, parteciperà al Festival di Sanremo 2023, in onda dal 7 all’11 febbraio. Una grandissima chance per i finalisti, i quali sono arrivati a questo momento mediante due percorsi distinti: otto sono stati selezionati dallo stesso direttore artistico del Festival, Amadeus, insieme e una commissione speciale formata da Massimo Martelli, Leonardo De Amicis e Federica Lentini. Gli altri, invece, hanno superato tutte le selezioni di Area Sanremo e sono arrivati fino in finale. Questa è la lista dei finalisti di Sanremo Giovani 2022: Colla Zio, Fiat 131, gIANMARIA, Giuse the Lizia, Maninni, Mida, NOOR, Olly, Romeo & Drill, Sethu, Shari, Will.

Dodici artisti, quindi, per sei posti disponibili. Prima di andare a conoscere singolarmente i concorrenti e le loro canzoni, facciamo un punto sui pronostici. Tra i favoriti ad accedere al Festival di Sanremo ci sono senza dubbio gIANMARIA, protagonista di X Factor 2021, Shari, voce che ha accompagnato il rapper Salmo nel brano L’angelo caduto, uno dei più amati dell’ultimo cd dell’artista sardo: Flop. Insieme a loro, tra i favoriti dei pronostici ci sono Giuse the Lizia, Olly e Will, nomi già abbastanza famosi nei circoli musicali giovanili e underground. C’è molto equilibrio, comunque, con tutti i 12 concorrenti pronti a giocarsi le loro chance con buone possibilità di vittoria. In attesa di scoprire chi sono i 6 artisti che si uniranno agli altri 22 big sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo 2023, andiamo a conoscere meglio tutti i concorrenti della finale di Sanremo Giovani 2022.

Sanremo Giovani 2022: chi è Colla zio

Tra i partecipanti alla finale di Sanremo Giovani 2022 troviamo il collettivo milanese Colla zio, pronto a giocarsi l’accesso al Festival con la canzone Asfalto. Il gruppo è approdato alla finale tramite Area Sanremo ed è composto da ben cinque componenti: Andrea Arminio (Armo), Andrea Malatesta (Mala), Francesco Lamperti (Giampo), Tommaso Bernasconi (Berna) e Tommaso Manzoni (Petta). Il collettivo ha già mosso i suoi primi passi nel mondo della musica, pubblicando diversi singoli dal 2019 al 2021 e radunandoli nell’EP Zafferano, prima vera fatica discografica del gruppo. Su Instagram il gruppo vanta un seguito di circa 4.000 followers e quest’estate è stato protagonista di un tour nelle principali città d’Italia. Il nome “Colla” viene dalla natura del gruppo, che si definisce più una banda o un collettivo che un gruppo vero e proprio, mentre “zio” è un’espressione molto comune nel gergo giovanile soprattutto a Milano e il termine simboleggia proprio la città, decisiva nel definire l’attitudine e l’arte dei giovani.

I Colla zio fanno della loro quotidianità la cifra della loro musica. Nelle loro canzoni si parla spesso di situazioni di tutti i giorni e i brani sono costellati di riferimenti a momenti e riti tipici dell’età giovanile. I componenti del gruppo sono uniti da un’amicizia pressoché fraterna, che li ha uniti fin dai loro esordi e ora li guida nella splendida avventura verso la finale di Sanremo Giovani, col sogno di portare la loro musica anche sul palco più importante d’Italia. La canzone che presentano in questa occasione, Asfalto, è un brano molto ritmato, in cui i Colla Zio riversano tutte le loro energie. Lo stesso collettivo ha presentato la canzone come una sorta di danza liberatoria, in cui il canto e il ballo sono l’unico modo per vivere, per affrontare i problemi che la vita presenta. La musica è sempre stata il grande rifugio dei ragazzi dalle incombenze della quotidianità e il collettivo vuole portare questo messaggio fino sul palco dell’Ariston di Sanremo.

Sanremo Giovani 2022: chi è Fiat 131

Fiat 131, nome d’arte di Alfredo Bruno, è originaria della Calabria, in particolare della provincia di Cosenza, dove è nato nel 1993. La musica lo ha sempre attirato, sin da piccolo si è cimentato nella stesura di testi e ha scelto di fare di questa arte la sua vita. A colpire è sicuramente il suo particolare nome d’arte, un riferimento caro a molte persone, soprattutto a quelle più avanti dell’età. Fiat 131 si riferisce proprio alla mitica macchina, che è stata l’auto del nonno del cantautore calabrese. Intervistato a Radio Deejay, Alfredo ha raccontato che in quell’auto ascoltava sempre le cassette e si è legato moltissimo a quel ricordo da volerlo onorare scegliendolo come pseudonimo. Ora, la mitica Fiat 131 color carta da zucchero del nonno del finalista di Sanremo Giovani non esiste più, dopo essere rimasta a lungo in garage è stata rottamata nel 2006. Fiat 131, però, continua a onorare quel bellissimo e tenero ricordo che lo lega al nonno con la sua musica.

La musica, quindi, quella che ha portato Fiat 131 alla finale di Sanremo Giovani. L’artista ha pubblicato diversi singoli, ottenendo una certa risonanza con la collaborazione con Piazzabologna, altro giovane artista indie con cui il concorrente di Sanremo Giovani 2022 ha realizzato Per sentirsi meno soli, brano che sta ottenendo un buon riscontro sui social e sulla piattaforme di ascolto realizzato a partire dal campionamento di un pezzo di una delle canzoni più celebri dell’intera storia della musica italiana: Notte prima degli esami di Antonello Venditti. Questa collaborazione ha, ovviamente, spinto molto il nome di Fiat 131, che su Instagram vanta un seguito di poco più di 10.000 followers e nella finale di Sanremo Giovani 2022 si presenta con la canzone Pupille, un brano che racconta di un amore molto intenso e appassionato, che permette addirittura di perdersi nelle pupille della persona amata, immaginando un futuro insieme che duri all’infinito.

Sanremo Giovani 2022: chi è gIANMARIA

Siamo arrivati a quello che è, con tutta probabilità, il concorrente più famoso di questa finale di Sanremo Giovani 2022. gIANMARIA è lo pseudonimo di Gianmaria Volpato, nato a Vicenza nel 2022. Il giovane cantante, appena 20 anni, si è imposto all’attenzione del grande pubblico lo scorso anno, quando ha partecipato a X Factor 2021. L’esperienza di gIANMARIA nel talent show è stata lunga e ricca di soddisfazione, concludendosi solo alla finale, dove il finalista di Sanremo Giovani 2022 ha sfiorato la vittoria, piazzandosi al secondo posto alle spalle di Baltimora. Tante le esibizioni memorabili del giovane, dal medley delle canzoni di Vasco Rossi cantato con Emma alla presentazione degli inediti Senza Saliva e I Suicidi.

Dopo la fine di X Factor gIANMARIA ha dato, di fatto, il via alla sua carriera musicale, portando la sua musica in tour e pubblicando quest’anno il suo primo album, Fallirò. che ha racchiuso gli inediti presentati a X Factor e altri lavori. Su Instagram, l’artista vanta un seguito molto nutrito, ben 1000.000 followers, simbolo di come nonostante la giovane età gIANMARIA sia già un personaggio molto seguito. D’altronde, X Factor è stata per lui una grandissima vetrina e ora Sanremo Giovani 2022 rischia di garantirgliene un’altra enorme, ovvero il Festival di Sanremo. gIANMARIA è il grande favorito secondo i pronostici per essere il vincitore di Sanremo Giovani 2022 e porta con sé la canzone La città che odi , un brano segnato da un rock malinconico, in cui viene cantato il sentimento per una ragazza che ha avanzato troppe pretese e ha ferito la persona che l’amava, facendola così fuggire verso la grande città che proprio quella stessa ragazza odiava. Una canzone che sta già raccogliendo tantissimi riscontri sui social e sulle piattaforme di ascolto e che si candida a essere una delle più amate anche in questa finale di Sanremo Giovani 2022.

Sanremo Giovani 2022: chi è Giuse the Lizia

Passiamo a un altro dei grandi favoriti secondo i pronostici di questa finale di Sanremo Giovani 2022. Giuseppe Puleo, in arte Giuse the Lizia, ha 21 anni e viene dalla provincia di Palermo, per la precisione da Bagheria. Crescendo, l’artista si è spostato dalla Sicilia, andando a studiare a Bologna, dove continua a coltivare la passione per la musica che già da qualche anno lo teneva impegnato. Da adolescente inizia a suonare la chitarra, entrando anche in una cover band degli Strokes al liceo, e poi inizia a scrivere testi e a comporre, fino a giungere all’esordio musicale. Dallo scorso anno Giuse the Lizia ha realizzato diversi singoli, tra cui anche featuring con altri artisti emergenti come Laila Al Habash e Novelo. I brani sono stati raccolti nell’EP Come minimo e ora Giuse the Lizia cerca la definitiva consacrazione con la finale di Sanremo Giovani.

L’artista ha raccontato che il trasferimento a Bologna ha aiutato molto la sua crescita musicale e artistica, favorendo il confronto con altri musicisti. La Sicilia rimane però una componente fortissima delle sue canzoni e spesso viene fuori, sempre avvolta da un velo nostalgico. Giuse the Lizia ha raccontato anche che da giovane criticava il Festival di Sanremo, quando era nella sua fase ribelle, ma ora si è reso conto della grande opportunità che rappresenta e di quanto sia bello potersi esibire sul palco dell’Ariston. Così, l’artista siciliano arriva alla finale di Sanremo Giovani 2022 dopo essere stato scelto dall’apposita commissione e presenta il brano Sincera, una canzone che canta di un amore nato all’improvviso e che il protagonista vuole godersi senza pensare troppo al futuro. Comunque andrà la finale di Sanremo giovani 2022, il futuro sembra promettente per Giuse the Lizia, che da gennaio 2023 sarà protagonista di un tour nei club delle principali città italiane, tra cui ovviamente le sue Bologna e Palermo.

Sanremo Giovani 2022: chi è Maninni

Tra i finalisti di Sanremo Giovani 2022 troviamo anche Maninni, nome d’arte del giovane barese Alessio Mininni. Classe 1997, l’artista pugliese si è avvicinato alla musica sin da piccolo. La chitarra è stato il primo strumento che ha imparato a suonare, poi ha alimentato la sua grande passione studiando e arrivando a esordire nel 2017 col singolo Parlami di te. È però dal 2021 che Maninni inizia a coltivare la sua carriera con costanza, iniziando anche a ottenere i primi risultati. Alcune delle sue canzoni, infatti, iniziano ad avere una buona risonanza, tra questi Senza, Vestito rosso e Vaniglia, quest’ultima sicuramente la sua canzone più famosa e riprodotta sulle varie piattaforme d’ascolto. Il 2021 è stato un anno decisamente magico per il finalista di Sanremo Giovani 2022, chiuso con la vittoria del premio come Miglior Artista Emergente conferitogli da Rai Radio Tutta Italiana.

Quest’anno Maninni ha continuato a sfornare musica, ottenendo moltissima risonanza col singolo Caffè, e ora vuole nuovamente chiudere l’anno con una grande soddisfazione. Se a dicembre scorso è stato premiato come migliore artista emergente, ora a distanza di un anno vuole consacrare quel riconoscimento riuscendo a entrare nei 6 artisti capaci di strappare un pass per il Festival di Sanremo del 2023. Molti pronostici inseriscono Maninni tra i grandi favoriti per ottenere la vittoria, sicuramente l’artista barese ha grandissime possibilità con la canzone Mille Porte, un brano che, come ha raccontato lo stesso giovane artista, rappresenta una sorta di lotta interiore dell’artista, in bilico nella lotta tra sacro e profano. Maninni ragiona su com’è possibile convivere con le proprie debolezze, con i demoni che ci attanagliano e come non ripercorrere gli errori del passato. Una canzone molto personale, nata da alcune vicende personali dell’artista, da cui il finalista di Sanremo Giovani 2022 ha saputo trovare la forza per uscirne al meglio.

Sanremo Giovani 2022: chi è Mida

Proseguiamo la rassegna dei giovani artisti in gara a Sanremo Giovani con Mida. Classe 1999, Christian Mida è un rapper originario di Caracas, nato da padre italiano e da madre venezuelana. È cresciuto a Milano e in quest’ambiente, sempre molto vivo sotto questo punto di vista, si avvicina alla musica. Mida è intriso della scena milanese, la culla del rap ormai da anni. In questo ambiente si plasma, partecipando a diversi freestyle ed entrando in contatto con quel mondo sempre in ricca evoluzione. Non a caso, Mida ad appena 16 anni viene notato proprio da un grande protagonista della scena rap milanese, Emis Killa, che sceglie il giovane finalista di Sanremo Giovani come protagonista dell’open act del suo tour. Così, Mida al fianco del rapper di Parole di ghiaccio si fa notare e nel 2020 decide d’intraprendere la sua carriera in solitaria. Il successo arriva col singolo Ricordarmi di scordarti, che ottiene la prestigiosa certificazione di disco d’oro. Seguono diverse altre canzoni, tra cui anche il featuring con un altro grande protagonista di questa finale di Sanremo Giovani: Olly.

Ora, il rapper milanese vuole giocarsi l’accesso al Festival di Sanremo, dove tra l’altro troverebbe un altro grandissimo esponente della giovane scena rap milanese, forse l’astro nascente più brillante: Lazza. Per aumentare la quota rap all’Ariston, dunque, Mida si presenta alla finale di Sanremo Giovani 2022 con la canzone Malditè, un brano incentrato intorno a una figura femminile capace di generare una vera e propria ossessione nel cantante. Al centro del brano c’è, di fatto, una relazione tossica, un elemento che l’artista ha voluto sottolineare perché, come ha raccontato, al giorno d’oggi sembra quasi che la tossicità sia una componente innata nelle relazioni amorose. Possiamo vedere molti scatti della vita professionale di Mida dal suo profilo Instagram, che vanta circa 35.000 followers.

Sanremo Giovani 2022: chi è NOOR

Non poteva mancare, anche quest’anno, la quota TikTok a Sanremo giovani. I social sono ormai una realtà importante per i giovani artisti, specialmente il social cinese è ormai una fucina di talenti. Lo scorso anno lo abbiamo visto con Matteo Romano, diventato virale (come la sua canzone) proprio grazie a TikTok e alla fine vincitore di Sanremo Giovani e anche miglior classificato, tra i giovani, al Festival. Insomma, TikTok è una realtà importantissima e quest’anno ci ha consegnato Noor, una giovanissima artista che ha spopolato sui social, ha vinto Area Sanremo e ora si gioca l’accesso al Festival tra i big.

Noor Amelie Mocchi è nata nel 2004 in Kirghizistan, è cresciuta a Bergamo e si è cimentata nel mondo della musica, come hanno fatto molti, con l’esplosione della pandemia. Per affrontare la noia del lockdown Noor ha cominciato a fare video su TikTok e raccontando la sua esperienza con la pandemia ha realizzato Respiro, una canzone che ha ottenuto un enorme seguito su TikTok, capace di catturare l’essenza di quella situazione difficile che tutti stavano vivendo. In molti si sono riconosciuti, quindi, nelle parole di Noor, la quale ha letteralmente spiccato il volo grazie a quel brano. Nella finale di Sanremo Giovani, Noor porta il brano Tua Amelie, che si configura come una sorta di grido d’aiuto e di liberazione. Tua Amelie è un brano interessantissimo, perché in esso convergono le due anime di Noor, quella italiana e quella del suo paese natale. Un incontro di culture molto peculiare, una sintesi tra due realtà molto importanti, perché Noor ha continuato a vivere il paese natale della madre e ci va spesso. Il tutto coniugato in musica, la grande costante della vita dell’artista, la valvola di sfogo che l’ha resa una vera e propria star in uno dei momenti più difficili della sua vita e di quella di tutti.

Sanremo Giovani 2022: chi è Olly

Con Olly arriviamo a un altro grande favorito di questa finale di Sanremo Giovani 2023. Il giovane rapper è da qualche tempo un nome abbastanza in voga negli ambienti giovanili, alle sue spalle, nonostante la giovanissima età, ha già diverse esperienze di livello, tra cui l’apertura del concerto di Blanco a Genova. Il nome d’arte viene dal suo cognome, Olivieri, Federico di nome, originario di Genova e classe 2001. Alle spalle ha già diverse pubblicazioni e proprio quest’anno è uscito Il mondo gira, EP realizzato insieme al producer Jvli, che Olly porterà in giro per l’Italia nel 2023. Su Instagram possiamo vedere come il finalista di Sanremo Giovani 2022 vanti già un seguito nutrito e sicuramente molto ha inciso anche l’ambiente musicale in cui è cresciuto. Genova è una scena vivissima a livello musical, soprattutto per ciò che riguarda il rap, con esponenti di spicco come Tedua, Izi e Bresh, la cosiddetta Wildbandana, che rappresentano uno dei poli più forti del rap italiano. Anche una nuova generazioni di artisti si sta formando in Liguria, da Olly ad Alfa, un altro autore emergente che ha dovuto rinunciare alle finali di Sanremo Giovani 2022 per problemi di salute.

Insomma, Olly è cresciuto in un background molto favorevole e ha mosso i primi passi nel mondo della musica. Ora il giovane autore genovese è alla ricerca di consacrazione e vuole rappresentare la sua Liguria nel Festival di casa. Per farlo si presenta alla finale di Sanremo Giovani con L’anima balla, una canzone che risente molto delle influenze hip hop ed elettroniche della musica di Olly. Realizzata sempre col suo producer di fiducia Jvli, il brano sottolinea la forza interiore che scuote l’anima, che la porta a essere viva e a superare le difficoltà.

Sanremo Giovani 2022: chi è Romeo & Drill

Abbiamo conosciuto l’unico gruppo in gara nella finale di Sanremo Giovani 2022, i Colla Zio, ora invece andiamo alla scoperta dell’unico duo musicale che si gioca l’accesso all’Ariston: i Romeo & Drill. Patrizio Romeo e Francesco Manfredi, classe 1995 e 1997 originari rispettivamente di Messina e di Roma. Entrambi, sin da piccoli, sono grandi appassionati di musica e il loro incontro, insieme a quello del producer Mr. Brux, dà vita ai Romeo & Drill. Il loro è un connubio interessantissimo, visto che le loro anime musicali differiscono: rap e musica leggera si uniscono, un’unione che potrebbe ricordare un po’ quella dei Zero Assoluto, per citare uno dei duo musicali più famosi degli ultimi anni. Dopo gli esordi nel 2019, la qualificazione alla finale di Sanremo Giovani 2022 per i Romeo & Drill arriva grazie ad Area Sanremo e ora i due amici sono davvero davanti alla svolta della loro carriera.

In gara i due portano il brano Giorno di scuola, che ruota intorno a una relazione finita, intorno a cui si riflette ancora e su cui si estende un velo di profonda nostalgia, un po’ come quando arriva l’ultimo giorno di scuola e si ripensa a tutto l’anno che si è vissuto, non senza una punta di rammarico e malinconia. I due artisti vogliono sfruttare al massimo questa possibilità per guadagnarsi un palcoscenico enorme, quello del Festival di Sanremo. Per loro, al contrario di molti altri artisti, la pandemia è stata più un freno che uno slancio, tant’è che la loro corsa è ripresa per bene nel 2021, col lancio del singolo Sono ancora morto, che ha portato abbastanza notorietà ai due. A quello hanno poi fatto seguito altre canzoni, che hanno consacrato i Romeo & Drill, che ora sono pronti a prendersi la scena per tentare l’approdo sul palco del Festival di Sanremo. Una prospettiva che forse, poco più di un anno fa, sembrava davvero complicata.

Sanremo Giovani 2022: chi è Sethu

La Liguria vanta una nutrita rappresentanza in questa finale di Sanremo Giovani 2022. Oltre a Olly troviamo anche Sethu, pseudonimo di Marco De Lauri. 25 anni, l’artista viene da Savona e si forgia nella musica punk e in quella metal, come testimonia anche il suo pseudonimo, un riferimento a un famoso album dei Nile: At the Gate of Sethu. L’artista vanta un bel po’ di gavetta, con alle spalle diverse pubblicazioni: nel 2018 arriva Spero ti renda triste, seguito da molti singoli di successo negli anni successivi come Rebecca, Mi hai lasciato a metà strada sulla strada di casa e Full metal clout. Sethu ha uno stile molto particolare, coniuga la musica metal con la trap e rappresenta, senza dubbio, una delle proposte più interessanti di questa finale di Sanremo Giovani 2022.

Proprio in questa occasione gareggerà con il brano Sottoterra, una canzone che, come molte altre che abbiamo visto in questa rassegna, parla d’amore, ma lo fa con lo stile inconfondibile dell’artista. La persona amata, nel brano di Sethu, è l’antidoto a tutti i problemi della vita, l’impatto del brano è molto forte, proporzionato alla forza di quell’amore che viene cantato dall’artista. La finale di Sanremo Giovani 2022 rappresenta un’occasione molto importante per l’artista, che possiamo vedere col suo seguito su Instagram. L’approdo sul palco dell’Ariston di Sanremo sarebbe, senza dubbio, il riconoscimento per la costruzione di una solida carriera artistica e soprattutto porterebbe una declinazione musicale diversa, che globalmente manca tra i big in gara all’Ariston. Non a caso, secondo molti pronostici Sethu è da inserire nella liste dei possibili vincitori della finale di Sanremo Giovani 2022.

Sanremo Giovani 2022: chi è Shari

Arriviamo, con Shari, a una delle cantanti più famose di questa finale di Sanremo Giovani 2022. La sua voce è stata resa famosissima dalla canzone L’Angelo caduto, racchiuse nell’album Flop di Salmo. Come possiamo vedere anche dall’ampio seguito su Instagram, Shari ha sicuramente saputo cogliere quella grande possibilità e ottenere importante visibilità. L’angelo caduto è stato il secondo singolo estratto da Flop, album capace di ottenere ben due certificazioni di platino. Viene da sé che in moltissimi hanno sentito la bellissima voce che ha accompagnato Salmo nel brano e l’hanno cercata, scoprendo il progetto discografico molto ambizioso della giovane.

Shari Noioso è nata nel 2002 a Gorizia. Prima del successo con Salmo, a tredici anni ha partecipato a Tu si que vales. Era il lontano 2015 e l’artista presentò la cover di The sound of silence, arrivando fino alla finale del programma. D’altronde, la musica è stata praticamente una costante della vita di Shari: sin da piccola ha preso lezioni di canto e di pianoforte, poi ha iniziato a scrivere i propri testi e con fatica di è fatta strada nel mondo della musica. Oltre all’esperienza con Salmo, Shari ha anche aperto i concerti de Il Volo e ha realizzato un brano con Benji e Fede, prima che si sciogliessero: Sale. Quest’anno l’artista ha pubblicato l’EP Fake Music e ha realizzato una seconda canzone con Salmo, Follia. Ora, la giovane artista friulana sogna la consacrazione definitiva con la partecipazione al Festival di Sanremo 2022. Sicuramente, Shari è tra le grandi favorite per la vittoria di Sanremo Giovani 2022, dove concorre col brano Sotto voce, una canzone che mette in mostra tutta la bravura di Shari, che alterna rap e canto in questo bellissimo brano che ruota intorno alle paure e al modo si superarle.

Sanremo Giovani 2022: chi è Will

Siamo arrivati alla fine di questa rassegna dei finalisti di Sanremo Giovani 2022 con William Busetti, in arte Will, che sul palco porta la sua Le cose più importanti. Nato nel 1999 a Vittorio Veneto, per anni Will si divide tra due passione: quella per il calcio e quella per la musica. Vince la seconda e allora il finalista di Sanremo Giovani 2022 inizia a coltivare il suo sogno, scrivendo i primi testi e cercando un palcoscenico da cui esprimersi. Sembrava averlo trovato a X Factor, ma l’esperienza nel talent dura meno di quanto previsto. Ciò però non scoraggia Will, che proprio dopo X Factor porta la sua musica in giro per l’Italia con un tour che lo fa conoscere al pubblico, che lo segue affezionato su Instagram. Tra i singoli di successo dell’artista si riconoscono: Più forte di me, Chi sono veramente e soprattutto Estate, la canzone che lo ha consacrato definitivamente e che Will ha presentato alle audizioni di X Factor.

Dopo tanta gavetta, per Will arriva la grande occasione rappresentata da Sanremo Giovani. Il sogno di salire sul palco dell’Ariston è vivo, il cantante è tra i favoriti e la sua canzone è una delle più ascoltate della kermesse. Le cose più importanti parla di una mancanza, non specifica, ma adattabile a chiunque senta il brano. Will non ha voluto rivelare il destinatario di quella canzone proprio per lasciare libera ogni persona di potercisi identificare e di farla sua, pensando col suo brano a quella persona di cui sente la mancanza. Una canzone molto intensa, che Will spera possa valergli la finale di Sanremo. Piccola curiosità: l’artista non ha nascosto la sua passione per uno dei concorrenti in gara, Olly, che stima molto e che spera di vedere tra i big a Sanremo. Insieme a lui stesso, naturalmente.