Skip to main content

La vita privata di Aleandro Baldi, cantante di Non amarmi e vincitore di Sanremo: com’è diventato cieco

Non solo musica nella vita di Aleandro Baldi, ma anche un’amorevole famiglia. Nato l’11 aprile 1969, Aleandro Baldi ha 63 anni e vive in Toscana, sua terra natale, al fianco di moglie e figli. Non ha però mai voluto che si parlasse di loro e della sua vita privata, così da tutelarne la privacy. In tanti anni di carriera non li ha mai esposti ai flash dei fotografi, ma sappiamo che fanno parte della sua vita e la arricchiscono, così come la musica, che dagli anni 2000 in poi è cambiata, e di molto. Nel corso degli anni ha continuato a scrivere musica e incidere nuove canzoni anche se è un po’ meno legato alla sua Non amarmi. Nonostante il successo sia stato enorme, al punto che Jennifer Lopez ha cantato No Me Ames, versione spagnola, vendendo 8 milioni di copie, oggi Aleandro Baldi rinnega la canzone Non amarmi. Ha infatti spiegato come sia un brano triste, che non rispecchia la sua vera indole, dedita all’allegria e alla spensieratezza.

È iniziata proprio così la sua strada dinanzi al grande pubblico, presentando questo brano ormai noto a tutti, anche i più giovani, nelle Nuove Proposte di Sanremo nel 1992. Non era solo sul palco, ma aveva al fianco Francesca Alotta. Due anni dopo ci ha riprovato, presentandosi sul palco dell’Ariston con il brano Passerà, che lo ha portato alla vittoria. A dire il vero, però, il percorso aveva avuto inizio anni prima, dopo essersi diplomato in chitarra classica, nel 1986, grazie alla lungimiranza di Giancarlo Bigazzi, che decise di puntare su di lui. In quell’anno portò La nave va alla kermesse musicale, tornandoci anche nel 1989. Non ha mai reciso il legame con il grande festival della musica italiana, dal momento che torna in città in questo 2023, anche se per una manifestazione differente. Sarà infatti ospite del Sanremo Cristian Music Festival, in programma dal 9 all’11 febbraio.

Aleandro Baldi come è diventato cieco

Aleandro Baldi è cieco dalla nascita. Non vi è stato un incidente a portargli via il dono della vista. In molti si chiedono se sia stata una malattia a farlo diventare cieco, ma la realtà è che il famoso cantante di Non amarmi non è mai stato in grado di vedere. Questo però non è stato un enorme limite nella sua vita, grazie al proprio carattere. Riesce sempre a guardare il lato positivo, godendo a pieno della quotidianità e concentrandosi su ciò che ha. Non ha mai voluto che il suo essere cieco lo potesse definire e ha sempre creduto di poter fare tutto ciò che aveva in mente così come dichiarato più volte alla stampa. Aleandro Baldi ha anche raccontato in una vecchia intervista come abbia preferito non “coltivare” la cecità, ovvero non darle tutto questo peso, incupendosi. Ha invece coltivato la musica, che rappresenta tutto per lui, eccezion fatta per la sua famiglia. Questa grande passione, insieme con l’innato talento, gli ha donato una vita colma di successi e sorrisi. In qualche modo è riuscito a plasmare il suo mondo, percependolo e non vedendolo.

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21