Skip to main content

Chi sono i Coma Cose: cosa significa il nome della band. La carriera e come si sono conosciuti i due cantanti fidanzati

I Coma Cose sono un duo composto da Fausto Zanardelli, 41 anni, noto come Fausto Lama, e Francesca Mesiano, 33 anni, per tutti California. Una coppia tanto sul palco quanto nella vita di tutti i giorni, riusciti a imporsi con forza, grazie alla loro enorme qualità, nella scena indie-pop italiana, guadagnando un’ulteriore fetta di pubblico partecipando all’edizione del Festival di Sanremo 2021 con la canzone Fiamme negli occhi. Fausto Lama è nato a Gavardo il 21 novembre 1978 ed è un cantante, polistrumentista e cantautore. I Coma Cose non sono il suo primo gruppo, avendo già tentato la scalata al successo con un differente progetto, quello degli Edipo, che avevano pubblicato tre dischi e un EP. Importante l’incontro con Dargen D’Amico in quella fase della sua carriera, lanciando Parchetti e Preistorie di tutti i giorni. Fa però gran fatica a esplodere e così decide di lasciare il mondo della musica, tornando nuovamente in pista soltanto dopo aver incontrato Francesca Mesiano. I due si sono trovati faccia a faccia in un negozio di Porta Ticinese (dove per un periodo hanno lavorato insieme) e in qualche modo è nata la scintilla che ha portato alla nascita dei Coma Cose. California è nata a Pordenone nel 1990 ed è una talentuosa cantante e cantautrice. Il suo progetto di vita era molto differente inizialmente, essendosi trasferita a Milano con l’intento di studiare scenografia. Ha lavorato in questo settore per alcuni anni, adorando il lavoro manuale e impegnandosi anche come falegname. Si è data da fare, costruendo mobili e stand espositivi per negozi e fiere. La musica l’ha però sempre affascinata e per una fase della sua vita ha anche lavorato come DJ. Anche per lei l’incontro con Fausto Lama è stato sconvolgente.

Ma cosa significa Coma Cose, nome tutt’altro che intuitivo: se lo chiedono un po’ tutti fin da quando hanno preso parte al Festival di Sanremo 2021. La questione nomi è molto importante e prima di parlare di quello della band, spieghiamo le ragioni dietro California. Francesca Mesiano ha raccontato d’aver sempre voluto un nome d’arte geografico e lo stato USA è stato a lungo in gara con Alabama e Anversa. Per quanto riguarda il nome della band, invece, ne hanno parlato i due cantanti in più di un’occasione, raccontando come la loro idea fosse quella di individuare una parola che potesse ben rappresentare uno stato mentale, ed ecco la scelta di “coma”. Il termine “cose”, invece, è stato puramente casuale, unicamente perché insieme le due parole suonavano bene. La presenza social dei Coma Cose è massiccia, avendo ben tre profili Instagram, ovvero due personali e uno in coppia per la band. Fausto Lama è quello decisamente meno propenso all’uso di queste piattaforme, come dimostra il suo unico post su Instagram, nonostante 17mila follower. Differente il discorso per l’Instagram di California, che vanta circa 50mila follower, con l’artista che si dedica però maggiormente alle storie che ai post, che sono appena sette. Passiamo, infine, al vero profilo, quello Instagram di Coma Cose, con 246mila follower e tutti gli aggiornamenti in tempo reale sulla coppia e la band.

Coma Cose carriera

I Coma Cose si sono formati nel 2017 a Milano ma Fausto e Francesca si conoscevano già da prima perché lavorano nello stesso negozio di borse. California era una commessa, mentre Fausto era magazziniere. Impiegano due anni per fare il proprio esordio con l’album dal titolo Hype Aura, facendosi apprezzare dal pubblico per il loro brillante uso di giochi di parole. Sanno divertirsi con la lingua italiana, richiedendo a chi li ascolta una grande attenzione al testo. Lo dimostra già il titolo del loro album d’esordio che, se letto all’italiana, restituisce una frase ben diversa da quella inglese: “hai paura”. Il Festival di Sanremo 2021 è stato un passaggio chiave nella loro carriera. Una scommessa vinta che ha dato loro una spinta molto importante, dopo aver rischiato tutto licenziandosi dal negozio in cui si sono conosciuti, investendo ogni cosa sul loro talento. Al loro esordio all’Ariston come Coma Cose si sono presentati con le gambe tremanti, hanno detto, ma ancora con le fiamme negli occhi data la passione per questo mondo, pronti a mostrare la loro musica grazie a una vetrina fenomenale: missione compiuta. A Sanremo 2023 si presentano con L’addio, canzone nata da una crisi di coppia. Dopo tanti anni insieme, si sono chiesti a che punto fosse la loro storia d’amore: “L’addio nasce dalla voglia di non arrendersi dinanzi alle difficoltà che si presentano lungo il percorso”.

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21