domenica, Gennaio 23, 2022

Latest Posts

Strappare lungo i bordi quando esce | Netflix | Zerocalcare

Strappare lungo i bordi è la prima serie animata di Zerocalcare, ricca dei suoi tanto amati personaggi, tra i quali Armadillo, Sarah e Secco, in onda su Netflix da mercoledì 17 novembre 2021.

Di cosa parla Strappare lungo i bordi? La serie di Zerocalcare è composta da sei episodi. Ecco da che ora sarà disponibile su Netflix, qual è la trama e chi sono i doppiatori.

LEGGI: Chi è Zerocalcare: libri personaggi di Michele Rech da Secco a Sarah

A che ora esce Strappare lungo i bordi

Strappare lungo i bordi è una nuova serie animata presente nel catalogo Netflix da mercoledì 17 novembre 2021. Quando esce la serie di Zerocalcare? Tutti gli utenti della piattaforma potranno divertirsi con i nuovi sei episodi dell’amato fumettista italiano a partire dalle ore 9.00 di mattina.

Strappare lungo i bordi trama e cast

Guardare i sei episodi di Strappare lungo i bordi vuol dire iniziare un viaggio con Zerocalcare. La serie animata è ricca di flashback e aneddoti che vanno dall’infanzia del protagonista fino ai giorni nostri.

Al centro della trama vi è un viaggio in treno con Sarah e Secco, gli amici di sempre di Zerocalcare. Così come accade nei fumetti, la voce narrante è quella di Zerocalcare, che in questa serie di occupa del doppiaggio di tutti i personaggi. L’unica eccezione è rappresentata dall’Armadillo. La sua voce è infatti quella di Valerio Mastandrea.

Un vero e proprio mosaico composto da numerose storie, ricordi degli anni della scuola, esperienze formative e traumatiche e molto altro. Tutti i pezzi troveranno posto nel finale, ovvero nel sesto episodio. Il risultato conclusivo sarà una sorpresa per lo spettatore e il protagonista stesso.

LEGGI: Chi è in nomination al Grande Fratello Vip 15 novembre | chi è uscito

Strappare lungo i bordi, parla Zerocalcare

Strappare lungo i bordi è una serie indicata come vietata ai minori di 14 anni. I sei episodi affrontano temi tipici dei fumetti di Zerocalcare, dal profondo stato d’ansia al senso di insoddisfazione e inadeguatezza.

“Nel progetto iniziale avevo limitato tantissimo le digressioni. Avevo provato a rendere tutto il più lineare possibile. Mi sono per reso conto che in questo modo si sarebbe persa l’identità della serie. In questo caso non avrebbe avuto più senso fare questo progetto. È stato uno dei problemi più grandi che abbiamo affrontato, ragionando per capire come fare queste entrate e uscite nelle digressioni, nei piani immaginari, in modo che fosse comprensibile”.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI

Latest Posts

Don't Miss