Zootropolis cosa ci insegna e come finisce

Zootropolis cosa ci insegna e come finisce

Zootropolis è un film d’animazione del 2016. Il 55esimo classico Disney, stando al canone ufficiale, diretto da Byron Howard e Rich Moore. Una pellicola esilarante ed emozionale, in grado di mescolare alla trama un messaggio molto importante.

Come finisce Zootropolis e qual è il messaggio che intende trasmettere agli spettatori, sia che si tratti di bambini che di adulti. Tutti hanno bisogno di assimilare questa morale.

LEGGI: Papillon, dove è stato girato il film con Charlie Hunnam e Rami Malek

Zootropolis come finisce

Judy fa ritorno a Bunnyburrow, dove si rende conto che gli ululatori notturni sono in realtà dei fiori dall’effetto tossico su ogni sorta di mammifero. Ciò che è accaduto a Nick non è stata colpa sua. Si riconcilia, dunque, con la volpe. Donnolesi confessa d’aver rubato gli ululatori per un montone, Doug. I due lo rintracciano e scoprono che prepara una droga che spara con una pistola a dardi.

Presa la pistola, Judy e Nick non riescono a raggiungere la centrale di Polizia. Bellwether li trova e ruba le prove. È a capo di una cospirazione che mira alla supremazia delle prede.

I due amici vengono intrappolati e Nick è infettato con la droga. Da un momento all’altro potrebbe uccidere Judy e Bellwether chiama la Polizia, così da incastrarlo. I proiettili sono stati però sostituiti e la poliziotta ha registrato la confessione. Il caso è finalmente risolto. Lionheart annuncia alla stampa di non aver mai avuto idea del piano di Bellwether, ma soprattutto d’aver sequestrato i predatori impazziti facendo “la cosa sbagliata per la ragione giusta”. Gli animali vengono dunque curati e Judy torna a essere un’agente. Nick diventa la prima volpe ufficiale di Polizia di Zootropolis, oltre che suo partner.

LEGGI: Papillon, come finisce il film: la vera storia

Zootropolis cosa ci insegna

La paura dell’altro, di chiunque sia diverso da noi, è qualcosa da combattere con tutte le nostre forze. Accomunare le persone in macro categorie vuol dire condannare dei soggetti per le azioni di altri, unicamente perché i due condividono alcuni tratti. Che si tratti del colore della pelle, della provenienza geografica o della classe sociale, tutti dovrebbero avere diritto a un trattamento egualitario.

Zootropolis

Il sogno di Zootropolis è quello di una città in cui ogni animale possa vivere in pace, libero dal terrore d’essere cacciato. Le crepe in questa società però non mancano di certo e i pregiudizi sono una costante. Nick ha così sofferto enormemente in giovinezza, perché ritenuto null’altro che un predatore spietato. Judy tenta invece a ogni costo di modificare l’immagine che tutti hanno di lei, quella di una debole coniglietta.

A ciò si aggiunge un altro messaggio, forse ancora più importante. Questo non riguarda il nostro rapporto con gli altri, bensì quello con noi stessi. Dovremmo tutti provarci fino alla fine. Vietato rinunciare prima ancora d’essersi messi in gioco. È quello che fa Judy, che prosegue per la sua strada nonostante tutto. Try Everything, canta Gazelle nel finale, ed è proprio ciò che di meglio possiamo augurarci per la nostra vita: avere la forza di provarci.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI