Perché Terence Hill non fa più Don Matteo

- Advertisement -

Terence Hill è stato a lungo noto per il ruolo televisivo di Don Matteo nell’omonima serie gialla della Rai, ma adesso ha lasciato il ruolo. Ecco le ragioni.

Nella prima serata del Festival di Sanremo 2022, sul palco dell’Ariston saliranno Raoul Bova e Nino Frassica per presentare la prossima stagione della popolare serie di Rai 1 Don Matteo, che presenterà un’importante novità nel proprio cast.

Infatti, il 50enne attore romano sarà il nuovo protagonista, dopo che lo storico interprete del prete investigatore, Terence Hill, ha lasciato la serie. Un cambio generazionale abbastanza significativo, ma cosa ha spinto Terence Hill ha smettere di lavorare a Don Matteo? Ecco la risposta.

Perché Terence Hill non fa più Don Matteo

22 anni, 13 stagioni e 259 episodi: questo il “curriculum” di Terence Hill – al secolo Mario Girotti – nei panni di Don Matteo, il popolare personaggio ha cui ha dato vita su Rai 1 e che, adesso, non interpeterà più, dopo aver passato la tonaca a Raoul Bova.

Una decisione dettata da motivi anagrafici: l’attore, divenuto celebre da giovane con le commedie d’azione accanto a Bud Spencer, ha infatti 82 anni, e ha pensato di dedicare più tempo alla sua vita privata, in particolare alla moglie Lori Zwicklbauer, con cui è sposato da 1967.

La scelta è stata comunicata inizialmente da suo figlio Jess a settembre 2021: “Queste serie lo impegnano per lunghi mesi sul set, ogni giorno. Papà non è più un ragazzino, anche se sembra infaticabile. Farà altre cose, meno impegnative”.

Successivamente, è stato lo stesso Terence Hill a confermare le sue motivazioni e cosa farà adesso: “Ora voglio fare un lungo viaggio con la famiglia in America e, nel prossimo maggio, voglio finalmente fare il Cammino di Santiago de Compostela“.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI