L’Amica Geniale storia vera: a chi è ispirato

L’Amica Geniale storia vera: a chi è ispirato

L’Amica Geniale potrebbe essere ispirato a una storia vera? La popolare serie Rai tratta dai romanzi di Elena Ferrante torna e c’è chi si chiede cosa ci sia sotto.

Torna L’Amica Geniale, la serie di grande successo della Rai creata da Saverio Costanzo, giunta ormai alla sua terza stagione: in onda a partire dal 6 febbraio è la penultima parte della tetralogia tratta dai libri di Elena Ferrante.

Un racconto coinvolgente di amicizia femminile durata tutta una vita, che racconta anche un pezzo di storia d’Italia, incentrata in particolare sulla città di Napoli, ma non solo. I libri da cui è tratta la serie sono stati un grande successo internazionale, anche grazie al mistero che ruota attorno alla loro autrice, e hanno fatto sospettare molti che ci fosse una storia reale dietro le pagine del libro.

LEGGI ANCHE: L’Amica Geniale 4, svelata l’attrice che interpreta Elena Greco: era già nel cast

Una vera storia dietro L’Amica Geniale?

Uno degli aspetti più affascinanti dietro il successo della serie Rai è che l’autrice dei libri originali, Elena Ferrante, è in realtà un grande mistero. Su di lei si hanno pochissime informazioni, se non che sia nata a Napoli nel 1943, e si è così diffusa la teoria secondo cui il suo nome sarebbe un pseudonimo. La questione dell’identità di Elena Ferrante ha dato il la a diverse indagini approfondite da parte di giornalisti e studiosi, e l’autrice stessa ha pubblicato un libro in cui spiega i motivi di tanta segretezza, La frantumaglia.

Tuttavia, quello che si sa sulla scrittrice già permette di definire alcune possibili corrispondenze tra la sua vita e quella della protagonista de L’Amica Geniale, Elena Greco detta Lenù, che è infatti indicata come nata a Napoli nel 1944: ha quindi quasi la stessa età di Elena Ferrante ed è nata e cresciuta nella stessa città.

Alcune ricostruzioni, elaborate sull’analisi dello stile di scrittura ma anche i somiglianze tra alcuni personaggi, ricollegherebbero l’identità della Ferrante al celebre scrittore napoletano Domenico Starnone, cosa che ha portato molti a ipotizzare che l’autrice in realtà sarebbe sia sua moglie, la traduttrice Anita Raja. In quest’ottica, i parallelismi tra i personaggi dei libri di questi due autori indicherebbe che prendono entrambi spunti dagli stessi personaggi reali.

In un’intervista del 2015, Elena Ferrante ha provato a chiarire i dubbi sulla vera storia dietro alla sua opera più famosa: “I quattro volumi dell’Amica Geniale sono la mia storia, certo, ma solo nel senso che sono stata io ad assegnarle la forma del romanzo e a usare le mie esperienze di vita per nutrire di verità l’invenzione letteraria. Se avessi voluto raccontare i fatti miei, avrei stabilito un altro tipo di patto col lettore, gli avrei segnalato che si trattava di un’autobiografia”.

Ad ogni modo, la scrittrice napoletana suggerisce anche che il fatto di non rivelare la propria identità è anche un invito a lettrici e lettori a non porsi la domanda della vera storia dietro L’Amica Geniale: “Penso che l’autore vada cercato non nella persona fisica di chi scrive, non nella sua vita privata, ma nei libri che ne portano la firma. Fuori dei testi e delle loro strategie espressive c’è solo chiacchiera”.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI