Doc 2, la sindrome di Riccardo è una vera malattia

Luca Incoronato
04/03/2022

Doc 2, la sindrome di Riccardo è una vera malattia

Nel corso della sesta puntata di Doc 2 vi è un duro confronto tra Alba e Riccardo. Lei ha riconosciuto in lui dei sintomi preoccupanti e prova ad avere un confronto. Tutto ciò che ottiene, però, è un muro di colpo alzato tra loro.

Riccardo non accetta la diagnosi di una sindrome troppo stesso ignorata e sottovalutata. Ripete di star bene ma vi sono i chiari segnali di un crollo che lo attende dietro l’angolo.

Doc 2, la sindrome di Riccardo

Nella sesta puntata di Doc 2 sono svariati i temi importanti affrontati. Uno di questi vede protagonisti Alba e Riccardo. Lei è particolarmente preoccupata dagli orari cui il giovane si sta sottoponendo. Decide di parlargli in privato, spiegandogli i suoi dubbi. Crede che lui possa essere workaholic. Ma cosa vuol dire?

Si tratta di un disturbo ossessivo-compulsivo che in molti casi viene ignorato. È bene sollevare l’attenzione mediatica sul tema, così da offrire dei campanelli d’allarme. Riccardo mostra al pubblico tutto ciò che non andrebbe fatto. La sua furia inonda tutti. Non intende accettare l’aiuto di nessuno ma i sintomi vi sono.

In breve rientrare nello spettro del workaholic vuol dire avere i sintomi di un disturbo ossessivo-compulsivo. Un comportamento patologico di una persona dedita interamente al proprio lavoro, che mette in secondo e terzo piano ogni aspetto della propria vita sociale, affetti compresi. Il lavoro è vita e occupa tutta la propria giornata, ogni giorno della settimana. Più che un senso di dovere vi è una sorta di dipendenza e incapacità nel lasciare andare.

Workaholic sintomi

L’obiettivo di Doc 2 è quello di sollevare l’attenzione sul tema dei soggetti affetti da workaholic, che nell’epoca del lavoro da remoto può risultare un problema reale e gravoso. Staccare dal lavoro quando non si hanno orari ben precisi è complicato. Ecco i sintomi cui prestare attenzione:

  1. Dedicare in maniera volontaria molto più tempo del dovuto al lavoro
  2. Lavorare per poter eliminare ansia, depressione o, in generale, sensi di colpa
  3. Preferire il lavoro a qualsiasi altro hobby, ai propri affetti o all’attività fisica
  4. Costanti preoccupazioni legate al lavoro, che siano scadenze o la semplice ansia d’essere licenziati di colpo
  5. Stress provocato da qualsiasi situazione impedisce di svolgere la propria attività lavorativa

Doc 2 - Alba - Riccardo - Workaholic

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI