Festa della Donna perché si festeggia l’8 marzo: il vero significato

- Advertisement -

Scopriamo perché l’8 marzo si festeggia la Festa della Donna. Qual è il vero significato di questa importante data che celebra il genere femminile

Sono oltre 110 anni che la Festa della Donna viene celebrata l’8 marzo. La prima volta che venne festeggiato questo giorno dedicato al genere femminile avvenne nel 1911. Scopriamo perché come giorno per celebrare la festa della donna è stato scelto l’8 marzo e qual è il vero significato di questa data.

Perché l’8 marzo è la Festa della Donna

L’idea di dedicare un’intera giornata alla donna è di Clara Zetkin, politica tedesca e combattente per i diritti delle donne. La proposta venne fatta nel 1910 per stabilire una giornata internazionale della donna, ma per arrivare a questa celebrazione ci sono stati dei passaggi fondamentali come in ogni cosa. Due anni prima, nel 1908, a New York oltre 15 mila donne diedero vita ad una marcia per chiedere il diritto al voto, equità di stipendi e orari di lavoro più brevi.

Nel 1909 il Partito Socialista d’America proclamò la prima giornata nazionale della donna e da quest’idea nacque la proposta di Clara Zetkin che propose di indire una giornata internazionale della donna. La sua proposta venne portata alla Conferenza internazionale delle donne lavoratrici a Copenaghen e venne approvata all’unanimità.

La scelta di individuare l’8 marzo come Giornata internazionale della donna non fu di Clara Zetkin ma fa riferimento ad uno sciopero delle donne russe iniziato l’8 marzo. In quell’occasione, nel 1917, le manifestanti chiesero “pane e pace” sperando nella fine della guerra. Una manifestazione senza precedenti che portò il nuovo governo a concedere il diritto di voto alle donne.

Perché l’8 marzo le mimose

La prima giornata internazionale della donna venne celebrata nel 1911, ma l’ufficializzazione avvenne solo nel 1975 grazie alle Nazioni Unite. Con il tempo la giornata dell’8 marzo è fondamentale per ricordare la continua disuguaglianza tra uomo e donna ma anche per celebrare i grandi progressi della donna nella società moderna.

Per festeggiare la donna vengono regalate le mimose, una tradizione nata nel 1908 a New York quando un incendio in una fabbrica provocò la morte di tantissime donne. Accanto a quella fabbrica c’era un albero di mimose. In Italia invece la mimosa viene considera la pianta delle donne perché l’Unione Donne Italiane la scelse come fiore da essere regalato. In particolare essendo marzo era una delle poche piante disponibili.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI