Anticipazioni Più forti del destino seconda puntata 11 marzo: il piano di Arianna

- Advertisement -

Siamo giunti già a metà della storia narrata dalla fiction Mediaset Più forti del destino, composta da appena quattro puntate. Scopriamo cosa accadrà nel secondo episodio di venerdì 11 marzo.

Ecco le anticipazioni di Più forti del destino. La seconda puntata della miniserie remake di Le Bazar de la Charité ha già conquistato il pubblico italiano, che dovrà dirle addio la settimana prossima.

Anticipazioni Più forti del destino seconda puntata

L’incendio ha ucciso un numero enorme di persone. Si tratta principalmente di donne. Nell’elenco delle vittime campeggiano i nomi di Arianna e Rosalia. Nella seconda puntata vedremo quest’ultima tentare invano di scappare dal palazzo di Donna Elvira, mentre la prima, con molta cautela, proverà a contattare Camilla, sua figlia. Le promette di riprenderla il più in fretta possibile, strappando anche lei alle grinfie di suo marito.

Costanza è invece ben consapevole del fatto di non amare affatto Antonio. È sua promessa sposa ma unicamente a causa di interessi tra le famiglie. Vorrebbe rompere il fidanzamento ma scopre che per i suoi cari questa unione è davvero fondamentale in termini di sopravvivenza. Il suo cuore sa bene cosa vuole ma la sua menta è costretta a ragionare e forse accettare un compromesso che la vedrà infelice per tutta la sua vita.

Non vorrebbe altro che stare al fianco di Libero, contro il quale, intanto, vengono formalizzate le accuse di strage. Questi è costretto a nascondersi ma non può restare lontano da Costanza troppo a lungo. Una notte, però, Matilde sorprende i due insieme. Nelle stesse ore, invece, Arianna e Saverio mettono insieme un rischioso piano per riuscire a recuperare i soldi necessari da Guglielmo e strappargli Camilla. Lucchesi è però sulle loro tracce. Sul fronte Rosalia, invece, vediamo come la giovane non si rassegni alla prigionia. Donna Elvira, dunque, la lega a sé con un’odiosa bugia.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI