Terence Hill in Don Matteo 13 resta? Il doppio gioco

- Advertisement -

Di grande importanza la conferenza stampa di presentazione ufficiale di Don Matteo 13, in onda da giovedì 31 marzo su Rai 1 e disponibile in streaming su RaiPlay. Si è parlato inevitabilmente dell’addio di Terence Hill, spiegando qualcosa in più alla stampa e, indirettamente, al pubblico da casa.

I fan di Don Matteo si aspettavano l’addio di Terence Hill già nella prima puntata. Ciò non è accaduto. Ecco spiegato l’escamotage relativo all’ormai ex protagonista dell’amatissima fiction Rai.

LEGGI ANCHE: Anticipazioni Don Matteo 13 seconda puntata: una donna tra Anna e Marco

Don Matteo 13: addio Terence Hill

Il fatto che Terence Hill stia ancora al suo posto al termine del primo episodio di Don Matteo 13 non vuol dire che resterà lì e che il suo addio sia stato cancellato. Il prete andrà via ma lo farà nella quarta puntata. L’attesa del suo addio allo show ha creato un grande hype, portando la puntata a essere seguitissima.

La scena tanto attesa e temuta, però, arriverà nella quarta puntata. Un escamotage della produzione, che ha provato a rinviare il momento il più possibile. In conferenza stampa è stato poi spiegato come il prete farà semplicemente perdere le proprie tracce. Si era parlato in questi giorni di una sua possibile vacillazione sul fronte dei valori cui è sempre stato legato. Un addio improvviso, che lascia il posto a Don Massimo.

Questi è molto legato al suo predecessore, che lo ha aiutato in un momento di crisi passata, dopo la fine di una storia con una donna, che tornerà poi nella sua vita. Cecchini non si arrende all’idea che l’amico sia sparito nel nulla. Decide così di indagare e il nuovo prete lo aiuterà in questo.

Viene inoltre salvaguardata la dinamica alla base della fiction: “Il mio personaggio, il maresciallo Cecchini, resterà al suo posto. Il nuovo Don Massimo, infatti, ha lo stesso vizio di Don Matteo, immischiarsi nelle indagini dei carabinieri. La collaborazione caserma-canonica continuerà”.

Ciò che sorprendemaggiormente è però l’idea di far sparire di colpo Don Matteo. Nessun incidente, nessuna morte o altra scelta narrativa del genere. L’escamotage è farlo allontanare. Di lui si perdono le tracce, ma ciò non esclude un possibile ritorno futuro.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI