Perry Mason, riassunto episodio 3 e 4: come finisce la puntata

- Advertisement -

Perry Mason è entrato nel vivo delle indagini sul caso del rapimento del piccolo Charlie, ritrovato tragicamente morto. I sospetti sono svariati e nessuno è ritenuto innocente fino a prova contraria. Gli episodi 3 e 4 della serie sono davvero chiave, dal momento che entrambi riservano un colpo di scena clamoroso per gli spettatori.

Se avete già visto gli episodi 3 e 4 di Perry Mason, di seguito non troverete altro che un comodo e utile recap generale. Se invece avete perso questo appuntamento ma volete comunque essere al passo con la serie (magari non avendo il tempo di vedere per intero le puntate), ecco il dettagliato riassunto degli episodi 3 e 4.

Riassunto Perry Mason: puntata 3

Barnes chiede fermamente una condanna per cospirazione ai danni della madre di Charlie, Emily, così come la pena di morte per la tragedia consumatasi. I disordini sono difficili da controllare e la stessa donna quasi si dichiara colpevole, sconvolta com’è. Alla fine Barnes chiede una cauzione di 25mila dollari per lei e il giudice accetta.

Baggerly crede che Emily sia colpevole e smette di finanziare di colpo Jonathan e il suo team. Nel frattelo Pete Strickland, partner di Perry Mason, scopre delle informazioni che legano Gannon a un lavoro in un casinò del posto. L’ex capo di Gannon rivela, però, che ha lasciato volontariamente il posto a causa di motivi religiosi.

Perry Mason è sempre più certo che Gannon sia stato incastrato. Cerca Drake per fare chiarezza sul suo rapporto di polizia. Questi però si rifiuta di parlare con lui, date le minacce ricevute da Ennis. Decide però di agire e consegna la dentiera che ha trovato nella tromba delle scale all’investigatore.

Mason e Strickland si intrufolano nell’obitorio e confermano che la dentiera appartiene a Gannon. Della, intanto, scopre che Ennis e Holcomb stanno tentando di estorcere una confessione a Emily con la violenza. Al termine dell’episodio vediamo Alice soffrire di un improvviso attacco nel corso di una delle sue apparizioni in chiesa. Dopo essersi ripresa, rivela a tutti che Dio le ha parlato e detto di resuscitare Charlie.

Riassunto Perry Mason: puntata 4

L’annuncio blasfemo di Alice ha disgustato molti membri della chiesa. Baggerly e altri finanziatori pretendono una ritrattazione, soprattutto quando la notizia giunge sui giornali locali. Alice viene convinta dalla madre a tornare sui propri passi. È sul punto di farlo in pubblico ma poi, vedendo come uno dei suoi fedeli fosse pronto a sostenerla, cambia idea e annuncia l’innocenza di Emily, riaffermando la sua intenzione di resuscitare Charlie. La chiesa si divide tra chi l’attacca duramente e chi la difende come fosse benedetta.

Perry Mason e Strickland rubano il corpo di Gannon e lo scaricano in un campo da golf. In questo modo riescono a ottenere un’autopsia ufficiale del coroner Virgil Sheets. Provano inoltre a ripercorrere i passi dei rapitori, scoprendo che l’edificio usato per il riscatto è connesso alla Loggia, e in quel giorno, a quell’orario, Ennis era a un evento.

Decidono di confrontarsi con Jonathan, che prova a usare le prove e le teorie dei due per convincere Barnes a ritirare le proprie accuse. Questi lo minaccia, però, con accuse di furto che lo farebbero radiare dall’albo. Una situazione che scuote l’avvocato nel profondo. A ciò si aggiunge il rifiuto della banca di concedergli un prestito. In un primo momento vorrebbe che Emily si dichiarasse colpevole ma poi cambia idea e la esorta a combattere. Tuttavia, il giorno dopo, avvilito in maniera estrema si suicida in casa sua.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI