Skip to main content

Nella quarta puntata di Don Matteo 13 il rapimento di Terence Hill ha rappresentato un colpo di scena enorme, che apre le porte al suo ritorno.

La Rai aveva annunciato la quarta puntata di Don Matteo 13 come l’ultima per Terence Hill. Il passo d’addio dell’amatissimo attore ma, stando a quanto accaduto nella quarta puntata, il suo ritorno è quasi scontato. Qualcuno ha rapito il sacerdote e il caso dovrà essere risolto.

LEGGI ANCHE – Anticipazioni Don Matteo 13 quinta puntata 28 aprile: tutti odiano Don Massimo

Don Matteo rapito

La quarta puntata di Don Matteo 13 si è conclusa con un giallo. Il rapimento di Terence Hill è un caso che dev’essere risolto e coinvolgerà tutti i suoi più cari amici di Spoleto fino al termine della stagione. Mentre c’è chi sospetterà di Don Massimo, a partire dalla quinta puntata, ritenendolo addirittura coinvolto nel rapimento, la vita scorrerà come al solito, tra incomprensioni d’amore e altri delitti da risolvere. Vedremo anche Raoul Bova mostrare un certo interesse per i casi irrisolti. Che possa risultare decisivo nell’individuare i loschi figuri che hanno portato via Don Matteo?

Si era parlato di un’improvvisa sparizione per il protagonista della fiction, quasi si preferisse non scrivere un finale definitivo per lui. Parole che sembrano un semplice tranello per i fan, considerando la scena finale mandata in onda. Terence Hill tornerà, anche se soltanto per una breve scena. Raoul Bova lo aveva inoltre lasciato intendere: “Nelle fiction tutto può succedere e il suo ritorno sarebbe una bella sorpresa”. Non è stata questa l’ultima puntata dell’attore che per 20 anni ha intrattenuto il pubblico di Rai 1. È facile pensare possa tornare per la decima puntata, per poi lasciare spazio unicamente a Raoul Bova in Don Matteo 14 il prossimo anno. Quello sarà il vero banco di prova per il nuovo protagonista della serie, in vista di un possibile rinnovo ulteriore.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21