Giustizia per tutti riassunto prima puntata: cosa è successo a Raul Bova

- Advertisement -

Giustizia per tutti, scopriamo cosa è successo a Raoul Bova nella prima puntata della miniserie di Canale 5.

Ha fatto il proprio esordio la scorsa settimana Giustizia per tutti, la fiction televisiva di Canale 5 con Raoul Bova e Rocio Munoz Morales. Sono tre gli episodi che compongono la serie e mercoledì 25 maggio dunque ci sarà il secondo appuntamento con la fiction, prima del gran finale del 31 maggio. In attesa di scoprire cosa accadrà nella seconda puntata di Giustizia per tutti, scopriamo cosa è successo al protagonista Roberto Beltrami, interpretato da Raoul Bova, nel primo episodio.

Giustizia per tutti: cosa è successo nella prima puntata

Il protagonista della serie è Raoul Bova, che interpreta il fotografo Roberto Beltrami. L’uomo è stato ingiustamente condannato per l’omicidio della moglie Beatrice e in carcere ha sfruttato il tempo per studiare legge e provare la propria innocenza. Uscito di prigione, dunque, l’uomo inizia a perseguire il proprio obiettivo: trovare il vero assassino di sua moglie. Roberto mostra un grande talento investigativo e accetta di unire le forze con l’avvocatessa Victoria Bonetto, interpretata da Rocio Munoz Morales.

I due nella prima puntata seguono il caso di Mario Sileo, scelto da Roberto perché potrebbe avere qualche informazione sulla morte di sua moglie, in quanto si tratta del testimone chiave del suo caso. La collaborazione tra Roberto e Victoria prosegue col caso di Anna Lorenzi, una poliziotta che è stata arrestata per l’omicidio del ragazzo che ha ucciso e violentato sua figlia. Anna sfrutta un permesso per sparire e trovare l’uomo che costringeva la figlia a prostituirsi e che aveva realmente ucciso il ragazzo della figlia, ma Roberto riesce a fermarla in tempo.

Intanto, il padre di Victoria decide di far pedinare Roberto, che costituisce una vera e propria minaccia con la sua indagine e non vuole che il fotografo faccia dei passi in avanti a riguardo.