Transformers L’ultimo cavaliere dove è stato girato: le cose da sapere

- Advertisement -

Transformers L’ultimo cavaliere è il quinto capitolo della saga diretta da Michael Bay. Esplosioni e battaglie incredibili, ma dove è stato girato?

Quali sono le location di Transformers L’ultimo cavaliere? Scopriamo dove hanno viaggiato Michael Bay e il suo ricchissimo cast per realizzare questo esplosivo quinto capitolo, che vede Optimus Prime nella sua battaglia finale.

Transformers L’ultimo cavaliere dove è stato girato

Per quanto sorprendente, Michael Bay ha avuto l’autorizzazione di girare alcune scene del suo Transformers L’ultimo cavaliere al numero 10 di Downing Street, nel cuore di Londra. Per chi non lo sapesse, questo indirizzo è cruciale per il governo britannico, considerando come sia la sede del Primo Ministro.

Per il film la produzione ha dovuto organizzare set in svariati Paesi, dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, dall’Irlanda del Nord a Cuba. Un lavoro a dir poco estenuante, che ha visto la seconda pellicola statunitense sul territorio cubano dopo il primato segnato da Fast and Furious 8.

Tra le celebri location sfruttate vi è anche il castello di Alnwick, in Northumbria. Questo è stato al centro di numerose pellicole di grande fama, da Robin Hood di Ridley Scott a Downton Abbey, così come per i primi due film di Harry Potter, La Pietra Filosofale e La Camera dei Segreti.

Transformers L’ultimo cavaliere cose da sapere

Transformers L’ultimo cavaliere è giunto al cinema esattamente dieci anni dopo il primo film, uscito nel 2007. Spazio a un importante ritorno, oltre a Mark Wahlberg, si tratta di Megatron, doppiato in originale ancora una volta da Hugo Weaving. Ad aggiungersi al cast vi è Sir Anthony Hopkins. Il premio Oscar interpreta un lord inglese che vive in un castello con svariati robot. Uno di questi è in grado di tramutarsi in un carro armato della Prima Guerra Mondiale. Numerosi i ritorni, da Stanley Tucci a John Turturro, fino a Josh Duhamel.

Un capitolo decisivo e sorprendente. Non solo spettacolare dal punto di vista degli effetti, ma anche stupefacente sul fronte della trama. Viene infatti svelato il lato oscuro di Optimus Prime, intenzionato a distruggere il nostro mondo per salvare il suo pianeta. Questo è stato il film più costoso della saga e la cosa non sorprende. Il budget stimato è stato pari a 260 milioni di dollari.

Spazio infine a due new entry femminili. Una è Laura Haddock, che interpreta una giovane professoressa di Oxford. Inizialmente si scontra con Wahlberg, dando vita a una sfida culturale tra UK e USA. L’altra giovane donna del cast è Isabella Moner, eroina circondata da dinobot.