Peaky Blinders 6 riassunto quarta puntata: come finisce

- Advertisement -

Ecco il riassunto della quarta puntata di Peaky Blinders 6, dal titolo Sapphire. Una scoperta amara cambia la visione del mondo per Tommy.

Distrutto dalla morte di Ruby, Tommy medita vendetta e intanto porta avanti il suo complesso gioco politico. Riceve però una notizia che cambia tutto. Nulla sarà più lo stesso ed è forse giunto il tempo di riposare per sempre. Ecco il riassunto della quarta puntata di Peaky Blinders 6.

Peaky Blinders 6 riassunto quarta puntata

La famiglia Shelby soffre per la morte di un altro membro: Ruby. Sono tutti addolorati e Tommy mette in atto la propria vendetta, uccidendo la famiglia della donna che ha maledetto sua figlia. Non ha altro pensiero che tornare quello di un tempo, violento e spietato, completando il suo piano. Ignora le lettere del suo medico personale e il rapporto con Lizzie non fa che peggiorare. Come se ciò non bastasse, Ada è nel mirino dei nazisti e Arthur continua a discendere nella propria spirale di dipendenza dall’oppio.

Finalmente si tiene il meeting tra Tommy, Mosley, Diana, Jack Nelson e Captain Swing. Il boss americano accetta l’affare con Shelby a Boston, ottenendo informazioni preziose da Mosley in merito al futuro politica dell’Inghilterra. Captain Swing, inoltre, gli svela come la classe operaia britannica cambierà idea, grazie al lavoro della sua organizzazione.


Sul finire dell’episodio vediamo Tommy incontrare finalmente il suo medico personale. Questi gli svela che, essendo entrato a contatto con Ruby per molto tempo, ha sviluppato un tuberculoma inoperabile. Ciò che gli resta è appena un anno, o al massimo 18 mesi di vita. È la fine per lui. La morte lo attende. Chiede così a Polly di dargli il tempo necessario per fare ciò che deve.